Anziano e invalido, chiama la polizia perché si sente solo


E’ accaduto a Mantova
Milano, 4 lug. Anziano e invalido, ha chiamato la polizia perché si sentiva solo e aveva bisogno di qualcuno con cui parlare. E’ successo ieri pomeriggio a Mantova, quando la centrale operativa della Questura ha ricevuto una chiamata di aiuto da parte di un uomo, il quale però non ne spiegava il motivo.
Giunti sul posto, nella zona dello stadio cittadino, gli agenti della volante si sono trovati di fronte un 88enne, mantovano, invalido al 100% e costretto a camminare a fatica con l’aiuto di un tripode. Dopo averne verificato le condizioni di salute e aver appurato che la persona stava sostanzialmente bene e che le condizioni di vivibilità dell’appartamento erano confortevoli, i poliziotti sono rimasti ancora per un po’ a casa dell’anziano, parlandogli e tranquillizzandolo.
L’uomo ha raccontato agli agenti alcune sue storie di vita vissuta, dicendo ripetutamente di sentirsi solo e di voler parlare con qualcuno, visto che i figli e il nipote li vedeva di rado.
Poiché era preoccupato della bolletta del telefono troppo costosa, e aveva paura di essere stato truffato dalle tante chiamate dei call center che gli proponevano continuamente cambi tariffari, i poliziotti hanno provveduto a controllare le fatture del gestore telefonico, senza riscontrare alcuna anomalia sui costi. Una volta rasserenato, l’uomo ha ringraziato gli agenti per la pazienza dimostrata nei suoi confronti, mentre questi ultimi hanno contattato i famigliari dell’anziano per riferire loro l’accaduto.

(Adnkronos)

Please follow and like us: