Comunicato stampa: blitz della Polizia Locale all’Amusement park

La Polizia locale di Padova è intervenuta, con un ingente dispiegamento di mezzi e uomini, all’Amusement park in via Fogazzaro, dove ha provveduto a setacciare e controllare accuratamente la grande area in abbandono.
All’interno non sono state trovate persone, ma alcuni giacigli di fortuna abbandonati tra rottami e immondizie di ogni genere.
Anche un’unità cinofila con il cane Lucky ha setacciato gli spazi all’aperto e l’interno degli edifici abbandonati senza tuttavia trovare sostanze stupefacenti.
Dal sopralluogo è evidente che negli edifici dell’Amusement si introducono sia sbandati e spacciatori in cerca di rifugio, sia ragazzini e adolescenti in cerca di luoghi dove tracciare scritte sui muri e disegnare murales, aggirandosi in spazi che, così come sono oggi, sono senza dubbio pericolosi per la loro incolumità.

Al sopralluogo hanno partecipato anche l’assessore Andrea Micalizzi, il sindaco di Albignasego Filippo Giacinti accompagnato dal consigliere comunale Rossano Moracci.

Al termine gli Amministratori, hanno convenuto di rafforzare la collaborazione tra i due Comuni, prevedendo un frequente pattugliamento a sorpresa dell’area dell’Amusement park, impiegando uomini e mezzi di entrambe le Polizie locali e coinvolgendo la Polizia di Stato.
Parallelamente si aprirà a brevissimo un’interlocuzione urgente con il Custode Giudiziario, per arrivare a una rapida messa in sicurezza di tutto il complesso, impedendone fisicamente l’accesso.

Ci sarà un incontro con i residenti che tramite l’avvocato Federico Alati hanno presentato ai Comuni di Albignasego e Padova, una puntuale richiesta di un intervento che ripristini la sicurezza e la tranquillità della zona nella quale saranno loro illustrate le iniziative già messe in campo e quelle previste a breve.

Ho voluto vedere con i miei occhi la situazione che giudico intollerabilecommenta l’assessore Andrea Micalizzi – Intensificheremo i controlli che verranno effettuati a giorni e orari diversificati e ho chiesto un incontro con il curatore dell’area al quale abbiamo già mandato una diffida scritta. Faremo ogni sforzo per impedire che la situazione degeneri e perché sia ripristinata una situazione di sicurezza“.

(Padovanet – rete civica del Comune di Padova)

Please follow and like us:
Pin Share