La consulenza indipendente esiste ma banche e reti non vogliono si sappia troppo in giro

(Lerici, 11 giugno 2020) – Qual e’ lo stato della consulenza finanziaria indipendente in Italia?

Lerici, 11 Giugno 2020 – La recente inchiesta critica della giornalista Milena Gabanelli ha riaperto e infiammato il dibattito perché in Italia il potere di banche e reti nel collocare prodotti e strumenti finanziari e’ straripante e spesso (come dimostrano tutte le ricerche) in evidente conflitto d’interessi.

L’Italia e’ in Europa fra i Paesi con il costo dei fondi d’investimento più cari e anche a livello mondiale secondo l’ultimo rapporto Morningstar Global investor experience e’ tra le nazioni peggiori per le elevate commissioni e oneri pagate dai risparmiatori. Italia e Taiwan sono i Paesi al mondo che trattano peggio i sottoscrittori dei fondi.

“Molti risparmiatori nemmeno riescono a comprendere questo impatto che va a tosare il risparmio degli italiani in un decennio (anche del 20% del capitale e senza fornire alcun valore aggiunto secondo i nostri calcoli medi) poiché la trasparenza resta sempre un’utopia nel settore nonostante una normativa ipertrofica che dovrebbe sempre cambiare tutto ma non cambia mai nulla”.

A parlare e’ Salvatore Gaziano, pioniere in Italia della consulenza finanziaria indipendente che con SoldiExpert SCF dal 2001 e’ stata fra le prime società a credere nella consulenza a parcella pura ovvero non basata su commissioni e provvigioni sui prodotti collocati (che invece e’ la norma per la maggior parte delle banche e reti di vendita

Il sito Soldiexpert.com e’ diventato un caso del settore e punto di riferimento per migliaia di investitori con piccoli e grandi capitali (da qualche decina di migliaia di euro a diversi milioni) che non si fidano più dei consigli di banche e reti (dai portafogli fondi e certificati consigliati alle unit linked più famose spinte) e vogliono ricevere una consulenza non in conflitto di interessi e di valore.

Per documentare cosa non va, sul blog di questa società, MoneyReport.it, e’ possibile leggere centinaia di analisi che spesso hanno anticipato scandali finanziari e casi di risparmio tradito.

SoldiExpert SCF ha un canale YouTube dove pubblica video tutorial e analisi per far comprendere ai risparmiatori come orientarsi e capire nella “giungla” finanziaria.

SoldiExpert SCF ha persino lanciato il canale podcast RadioBorsa dove e’ possibile ascoltare interviste e approfondimenti e lanciato anche un canale di inFormazione su Patreon SoldiExpert LAB i cui proventi sono destinati per beneficenza.

Un migliaio addirittura i siti, giornali italiani e anche stranieri o le radio e tv che in questi lustri hanno dato voce alle opinioni di SoldiExpert SCF con commenti e analisi spesso graffianti.

“Prima di dedicarci anima e corpo alla consulenza finanziaria indipendente abbiamo collaborato per molti anni in siti e giornali finanziari – spiega Roberta Rossi, co-fondatrice di SoldiExpert SCF e responsabile della consulenza personalizzata – comunicare e’ fondamentale ed e’ l’unica nostra arma. C’e’ una domanda crescente di informazione di qualità e indipendente nel nostro settore.

Quando siamo partiti non potevamo certo contare su campagne pubblicitarie milionarie per sostenere il nostro marchio come possono fare banche e reti. I contenuti pubblicati e i consigli che abbiamo dato, complici anche i rendimenti nel tempo ottenuti nei nostri portafogli consigliati, ci hanno fatto conoscere grazie alla Rete e al passaparola a un pubblico sempre più vasto.

E il lockdown ha fatto crescere l’interesse dei risparmiatori verso i contenuti e consigli di qualità.

Alcuni nostri video dove abbiamo fatto vedere con esempiu’ chiari come molti fondi e prodotti del risparmio gestito in modo evidente sottraggono spesso a loro insaputa come documenta una ricerca della Consob ogni anno soldi ai risparmiatori senza fornire alcun valor aggiunto (ovvero minori rischi e/o maggiori rendimenti) hanno totalizzato decine di migliaia di visite e interesse.

Sono sempre più numerosi, infatti, i risparmiatori che ci chiedono un check up dove senza impegno e in modo gratuito valutiamo il portafoglio investimenti dei risparmiatori per esaminare costi reali sostenuti (quasi nessuno ne ha coscienza e la normativa Mifid2 evidentemente non sta funzionando), punti di forza e di debolezza.

E la maggior parte dei risparmiatori rimane sconvolta nel vedere per cosa sta pagando realmente la consulenza che gli e’ stata venduta come quella di ‘esperti’.

Naturalmente esistono eccezioni e non si può mai generalizzare ma restano dal nostro osservatorio eccezioni e la maggior parte dei risparmiatori italiani ha un forte bisogno di consulenza vera e il modello purtroppo in vigore in Italia non e’ fatto per favorire i risparmiatori ma i venditori di prodotti finanziari e il conflitto d’interesse.

Le lobby del settore sono forti e potenti ma tutto ha un costo anche per la collettività.

Non siamo molto ottimisti che nel breve la situazione della consulenza finanziaria su base indipendente in Italia cambi in modo drastico nel breve perché le pressioni delle lobby del settore sono forti e di fatto hanno in mano le leve del potere.

Ma dal basso vediamo sempre più risparmiatori che grazie alla Rete si informano sempre più, si rivolgono a società come la nostra che fanno parte anche di un albo e sono autorizzate a svolgere consulenza in un settore dove purtroppo non mancano sul fronte opposto gli abusivi che consigliano di tutto e di più senza averne i titoli. Essere risparmiatori in Italia non e’ facile… come non lo e’ nulla ma vale sempre il detto ‘Aiutati che Dio ti aiuta’.

Chi vuole affrontare un problema o cercare una soluzione deve mettersi un po’ in discussione perché se aspetta che qualcuno o lo Stato gli risolva il problema… o che tutto si risolva solo con il tempo deve averne di fiducia nel futuro…”.

Ufficio Stampa Fattoretto srl Digital Finance

www.massimofattoretto.com

(Immediapress – Adnkronos
Immediapress e’ un servizio di diffusione di comunicati stampa in testo originale redatto direttamente dall’ente che lo emette. Padovanews non e’ responsabile per i contenuti dei comunicati trasmessi.)

Please follow and like us: