Disoccupazione, Ocse: “Aumento record ad aprile”


E’ salito all’8,4%, ben 2,9 punti percentuali in più rispetto a marzo (5,5%) con 18,4 mln di disoccupati in più rispetto. Donne e giovani i più colpiti
Roma, 9 giu. Aumento record della disoccupazione nell’area dell’Ocse. Il tasso di disoccupazione ad aprile è salito all’8,4%, ben 2,9 punti percentuali in più rispetto al mese di marzo (5,5%). Lo rende noto l’Ocse in un comunicato precisando che il numero dei disoccupati si attesta nell’area a 55 mln ad aprile: 18,4 mln in più rispetto al mese precedente. L’aumento maggiore è registrato negli Usa dove il numero dei disoccupati è cresciuto di 15,9 mln di unità.
Nell’area dell’euro il tasso di disoccupazione è salito al 7,3% dal 7,1% a marzo mentre negli Stati Uniti è salito al 14,7%, il più livello alto raggiunto dal gennaio 1948, dal 4,4% di marzo.
In Italia il calo di 1,7 punti percentuali del tasso di disoccupazione ad aprile, che è sceso dall’8% al 6,3%, riflette principalmente l’aumento del numero di persone in età lavorativa (15-64 anni) classificate come inattive a causa delle misure imposte con il lockdown.
Le ripercussioni economiche legate all’emergenza coronavirus colpisce particolarmente i giovani e le donne ad aprile. Il tasso di disoccupazione giovanile ad aprile, infatti, è aumentato di 5,5 punti percentuali attestandosi al 17,6% mentre il tasso di disoccupazione degli over 25 è cresciuto ‘solo’ di 2,7 punti percentuali. Il tasso di disoccupazione femminile è aumentato di 3,3 punti percentuali attestandosi al 9,1% contro +2,6 punti per il tasso di disoccupazione maschile che si attesta al 7,9%.

(Adnkronos)

Please follow and like us: