A Caorle ci si prepara per ripartenza, tra app maggiordomo e più spazio in spiaggia



Caorle, 29 mag. La prima novità sarà la app maggiordomo Bi4You con cui si potrà fare tutto. Il villaggio San Francesco di Caorle (Venezia), l’unico camping village 5 stelle di questo tratto di riviera, è pronto per riaprire: succederà il 5 giugno; una task-force dedicata all’emergenza covid-19 è al lavoro da 70 giorni, ininterrottamente, per garantire l’apertura in totale sicurezza.
“Non credo sarà un D-Day quello dell’apertura: ci siamo preparati molto ed è tutto pronto. Per noi sarà sicuramente vacanza. E questo nonostante normative e indicazioni da parte del Governo siano arrivate molto tardi” spiega Ilenia Cherubin, direttore marketing & sales di Bi-Holiday, il brand che gestisce il villaggio della famiglia Biasuzzi che nel 2019 è valso un milione di presenze complessive.
“Fortunatamente la Regione Veneto si sta dando da fare ed è in prima linea; anche con l’Amministrazione del Comune di Caorle c’è un ottimo dialogo: stiamo lavorando su alcuni progetti per essere molto presenti sul territorio”.
“Le prenotazioni ci sono e i nostri ospiti – continua Cherubin – ci chiamano con assoluta consapevolezza della situazione; quello che percepiamo, e sono stata al telefono anche io con molti clienti in questi giorni, è il bisogno di normalità e di poter buttare alle spalle questo capitolo difficile”. Cosa è cambiato nel villaggio? “Non troppo sul fronte della vacanza: qui gli spazi sono grandi; tra le misure anti-covid abbiamo investito molto su macchinari hi-tech di ultima generazione per una sanificazione più che accurata di tutti gli spazi. In spiaggia abbiamo deciso di andare ben oltre le prescrizioni: garantiamo + 40% di spazio per ogni ombrellone rispetto ai 10 mq obbligatori”.
“In piscina – spiega Cherubin -invece si devono rispettare i 7 metri in acqua e il metro e mezzo fuori. Abbiamo attivato un sistema di verifica del numero di persone presenti nelle piscine, che da noi sono 5, affinché non avvenga nessun tipo di congestione e quindi si possano agevolmente rispettare le distanze. L’animazione avrà invece un compito speciale: portare gli show, in maniera itinerante, in varie aree del villaggio: evitando assembramenti garantendo a tutti il giusto intrattenimento”.
“E poi c’è la super app che consente di fare tutto: un vero maggiordomo digitale. I nostri ospiti già da tre anni fanno il check-in on-line, da casa, prima di partire: per loro c’è la priority-lane che permette l’accesso immediato al villaggio. A questo punto -conclude – entra in gioco la Bi4You: con questa app si può fare tutto, ad esempio prenotare la spiaggia, il ristorante, la consegna presso il proprio villino del pranzo o della cena; ordinare la spesa al market, prenotare le medicine presso la nostra farmacia interna o chiamare il posto medico”.
E non è tutto. Con la app si possono prenotare anche le attività sportive: se i posti a disposizione fossero esauriti sarà possibile, in video streaming, seguire la lezione dal giardino o dalla veranda della propria unità abitativa. La app inoltre consentirà di videochiamare gli uffici: “sfruttiamo la quinta dimensione per offrire a distanza, anche da sotto l’ombrellone, tutti quei servizi che prima comportavano l’accesso a locali chiusi o comunque dover fare coda. Dal punto di vista del distanziamento siamo tranquilli: la struttura è molto vasta, organizzata come una città. Ci sono i viali principali e poi ogni nucleo di ospiti ha la sua casetta in muratura personale, oppure la mobile home, o il camper: situazioni quindi che consentono di gestire distanze e privacy” sottolinea Cherubin.

(Adnkronos)

Please follow and like us: