Hong Kong, Pompeo: “Non è più autonoma dalla Cina”


Il segretario di Stato americano ha informato il Congresso che Hong Kong non può più mantenere il trattamento speciale che gli assegna la legge americana
Washington, 27 mag. (Adnkronos/Dpa) – Il segretario di Stato americano Mike Pompeo ha informato il Congresso che Hong Kong non può più mantenere il trattamento speciale che gli assegna la legge americana, dato che non si può più ritenere che l’ex colonia britannica abbia un alto grado di autonomia dalla Cina.
“Se un tempo gli Stati Uniti speravano che una Hong Kong libera e prospera sarebbe stata un modello per la Cina autoritaria, è ora chiaro che la Cina sta plasmando Hong Kong su sé stessa”, si legge in una dichiarazione diffusa da Pompeo, mentre Pechino sta cercando di imporre nel territorio la legge nazionale sulla sicurezza.
Al dipartimento di Stato viene chiesto dalla legge di valutare “l’autonomia di questo territorio dalla Cina”, spiega il comunicato in cui Pompeo “certifica al Congresso” che Hong Kong non merita più di mantenere più il trattamento speciale finora mantenuto. “Nessuna persona ragionevole può asserire che Hong Kong mantenga un alto grado di indipendenza dalla Cina, dati i fatti sul terreno”, afferma il capo della diplomazia americana. Che aggiunge: “Gli Stati Uniti sono a fianco del popolo di Hong Kong”.

(Adnkronos)

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Hong Kong, Pompeo: “Non è più autonoma dalla Cina”"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


quattro × cinque =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.