Sani.in.Veneto e acquisto DPI. Da oggi è attiva la procedura di richiesta rimborsi

Lo Sportello di Confartigianato a vostra disposizione per fare domanda

Da oggi, lunedì 25 maggio, è possibile richiedere per gli iscritti a Sani.in.Veneto,  i rimborsi per gli acquisti di DPI per i propri dipendenti 

Il contributo è previsto esclusivamente per le spese di acquisto dei seguenti materiali:

– Mascherine protettive delle vie respiratorie (tipo FFP2, FFP3 o mascherina chirurgica)

– Guanti di protezione

– Occhiali e visiere protettive

– Disinfettanti, gel per igienizzazione mani, altri detergenti adatti al Covid-19.

E’ possibile anche ottenere un contributo per le spese di acquisto di:

-Termometri a distanza e/o monouso e/o altri idonei

Il contributo previsto sarà pari al 50% di quanto sostenuto dal datore di lavoro per l’acquisto dei materiali di protezione e prevenzione sanitaria contro il Coronavirus con un tetto massimo di euro 30,00 per ogni dipendente iscritto [N] in forza al momento della domanda allo sportello.

Possono fare richiesta di contributo Solo i titolari di aziende ADERENTI al Fondo (artigiana, non artigiana, ente formazione professionale, parte sociale), CON DIPENDENTI al momento della richiesta (e/o senza dipendenti nel caso di titolare iscritto a SANI.IN.AZIENDA), in regola coi pagamenti

Ricordiamo che il ilmite anagrafico per l’iscrizione a Sani.in.Veneto è estato esteso fino ai 75 anni compiuti (prima era 67 anni). 

Per far domanda è sufficiente rivolgersi allo Sportello muniti di documentazione che attesti l’acquisto effettuato e un documento di rionoscimento.

Lo sportello provvederà a compilare il modulo di rimborso in ogni sua parte e ad inviarlo.

I riferimenti dello Sportello sono:

Sportello Sani.in.Veneto Confartigianato

Lisa Frasson

Piazza de Gasperi 22

Tel 049 8206331

Email: [email protected] 

Allegati

(Unione Provinciale Artigiani Padova)

Please follow and like us: