Riaprire sicuri

Ebav, Cobis e Sani.in.Veneto danno il via adi interventi straordinari per le imprese

LA BILATERALITA DELL’ARTIGIANATO VENETO con EBAV , COBIS e SANI.IN.VENETO ha dato il via a degli interventi straordinari legati all’emergenza COVID-19 Coronavirus. 

Le parti sociali hanno siglato in data 2 maggio 2020 un accordo interconfederale mediante il quale si è stabilito un piano di intervento straordinario in favore delle imprese e dei lavoratori che rientrano nel sistema della bilateralità artigiana per far fronte all’emergenza epidemiologica del coronavirus.

INTERVENTI PER LE IMPRESE

SOSTEGNO DELLA LIQUIDITÀ (EBAV):

supporto alle imprese che intendano accedere alle garanzie necessarie per l’ottenimento di finanziamenti. 

SPESE AMMISSIBILI al rimborso:

– spese di istruttoria della pratica 

– costo delle commissioni per il rilascio delle garanzie per le imprese che accedano a nuovi finanziamenti per il tramite dei Confidi dell’artigianato Veneto.

Le spese devono essere state sostenute dopo il 17 marzo 2020 ed entro il 31 dicembre 2020 e saranno rimborsate sino ad un massimo di 300 euro.

SICUREZZA (EBAV-COBIS):

contributo in favore di quelle imprese che procedano all’adozione e applicazione di “PROTOCOLLI SULLA SICUREZZA ANTICONTAGIO” in sinergia con il Comitato per la Sicurezza Regionale COBIS. 

SPESE AMMISSIBILI al rimborso:

– spese sostenute per la consulenza richiesta agli uffici dell’associazione o altro professionista,  e resasi necessaria per l’attuazione dei protocolli anticontagio. 

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO:

– fino a 200,00 euro per le imprese che abbiano conferito il mandato ad uno sportello COBIS e abbiano affidato il servizio ad una struttura associativa; 

– fino a 100,00 euro e nel limite del 50% delle spese sostenute per le imprese che non abbiano conferito il mandato ad uno sportello territoriale COBIS.

DPI (SANI IN VENETO):

rimborso dei costi sostenuti dalle loro aziende per l’acquisto dei dispostivi di sicurezza da destinare ai propri lavoratori dipendenti 

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO:

– 50% del costo sostenuto fino ad un massimo di 30,00 euro per dipendente (oltre ad un rimborso ulteriore per i soci iscritti a Sani in Azienda)

– 50% del costo sostenuto per l’acquisto di termometri a distanza fino ad un massimo di 80,00 euro

Le spese devono essere state sostenute dopo il 17 marzo 2020 ed entro il 31 dicembre 2020.

Si precisa che le prestazioni erogate da Saninveneto interesseranno anche le aziende iscritte ad EDILCASSA

SANIFICAZIONE (EBAV):

rimborso delle spese sostenute e documentate in riferimento ad interventi di sanificazione, resisi necessari nel caso di presenza in azienda di caso “COVID 19” confermato.

ENTITA’ DEL CONTRIBUTO:

– 50% delle spese sostenute per il servizio, se ci si sia avvalsi di impresa esterna, con un tetto massimo di 200 euro per singola sanificazione;

– 50% delle spese sostenute per l’acquisto di macchinari per la sanificazione fino ad un massimo di 200,00 euro

Da ultimo, la Prestazione Ebav da erogarsi alle aziende in caso di attivazione dell’ammortizzatore FSBA per durate superiori alle due settimane, anche non consecutive nel mese di competenza. (V. art. 14 accordo interconfederale regionale del 14 gennaio 2020) E elevata a 30 euro per il periodo che va da marzo 2020 a giugno 2020.

INTERVENTI PER I LAVORATORI

– sostegno al reddito per coloro i quali siano risultati particolarmente colpiti dall’utilizzo degli ammortizzatori sociali;

– sostegno della genitorialità per i lavoratori che abbiano fatto ricorso al congedo parentale straordinario, connesso al covid 19;

– sostegno alle famiglie con figli studenti per l’acquisto di strumenti informatici necessari a far fronte al cambiamento delle modalità didattiche.

L’accesso a tutte le prestazioni sopra richiamate avverrà alle condizioni puntualmente indicate nell’accordo interconfederale allegato.

Allegati

(Unione Provinciale Artigiani Padova)

Please follow and like us: