NUOVO DECRETO PER LE IMPRESE

Confesercenti Veneto accoglie con favore il nuovo decreto, ma aspetta di vedere il testo integrale e le modalità con cui verrà effettivamente concessa la liquidità alle imprese.

“Bene che i prestiti sino a 25 mila euro siano coperti al 100% dalla garanzia del Fondo Centrale, senza che quindi, almeno in teoria, siano necessarie preventive valutazioni sul merito del credito o andamentali – afferma Maurizio Franceschi, Direttore regionale Confesercenti – Tuttavia per i prestiti di importo superiore, la garanzia del Fondo sarà al 90% e arriverà al 100%, con i Confidi che copriranno l’altro 10%. In questo caso, si deve presumere che sarà necessaria una preventiva valutazione del merito di credito con la conseguenza che i tempi di erogazione non saranno così immediati come invece ci si sarebbe aspettati. Inoltre, le Banche dovranno attendere le circolari con le istruzioni su come avviare le pratiche per attivare la richiesta di garanzia presso il Fondo”.

Per Confesercenti Veneto c’è anche un’ulteriore complicazione, ovvero la chiusure delle filiali bancarie a causa del lockdown, e pertanto tutto dovrà avvenire per via telematica.

“In questa emergenza la rapidità è fondamentale. Le imprese non possono aspettare ulteriormente e auspichiamo anche che il previsto forte snellimento delle procedure burocratiche per accedere alle garanzie concesse dal Fondo, così come richiamato nel Decreto, sia veramente una realtà”.

(Confesercenti Veneto Centrale)

Please follow and like us: