Il boom del turismo medico successo della chirurgia all estero e giro d affari internazionale

(Milano 6 marzo 2020) – Milano, 06/04/2020 – Negli ultimi anni si sta sviluppando una certa tendenza verso il cosiddetto turismo medico. Numerosi sono gli italiani che, per vari motivi, decidono di curarsi all’estero. Quali sono le mete più gettonate e cosa si nasconde dietro questo particolare fenomeno?

Il turismo sanitario: l’evoluzione negli anni

Diverse sono le ricerche che sono state condotte al fine di spiegare il fenomeno del turismo medico. Recentemente, ASTOI Confindustria Viaggi (Associazione di Categoria dei Tour Operator aderente a Confindustria), ha pubblicato uno studio da cui e’ stato dedotto che, ogni anno, più di 350.000 italiani decidono di affidarsi a medici e a strutture sanitarie estere per sottoporsi a diverse cure o per trattamenti estetici.

Il turismo medico e’ aumento a dismisura negli anni, basti pensare che nel 2009 gli italiani che avevano scelto l’estero per farsi curare erano solo 20.000. Nel 2012 si e’ arrivati a 184.000 fino ad arrivare ad oggi con 350.000 italiani che si sono affidati a cure sanitarie fuori dal proprio paese.

Una crescita esponenziale, dunque, che ha visto un aumento di circa il 150% e, probabilmente, nei prossimi anni, questo numero continuerà a crescere; gli italiani che andranno all’estero per farsi curare o per sottoporsi a trattamenti estetici saranno sempre di più.

Un trend in continua crescita che porta ad un risparmio economico del 50% circa. Numerose sono, infatti, le offerte con pacchetti che prevedono vitto, alloggio e cure mediche. Alcune cliniche, nelle offerte proposte, aggiungono spesso, oltre all’alloggio, trasporti e perfino visite guidate.

Un vero e proprio boom per il turismo medico che, a livello internazionale, genera attualmente un giro d’affari di ben 70 miliardi di dollari. Inoltre, secondo gli ultimi studi sui sistemi sanitari, circa il 52% degli europei ha affermato che si farebbe curare all’estero; in Italia, la percentuale arriva al 68%.

In particolare, secondo le ricerche effettuate, gli italiani che scelgono di intraprendere cure all’estero sono principalmente uomini con età compresa tra i 18 e i 39 anni. A convincerli sono principalmente i bassi costi di intervento e le numerose offerte esistenti.

Le motivazioni e i vantaggi del turismo medico

Quali sono i reali motivi per cui molti italiani decidono di andare all’estero per ricevere cure o per sottoporsi ad alcuni trattamenti di chirurgia estetica? Il vantaggio economico e’ fondamentale: i costi delle cliniche e dei dottori di alcuni Paesi sono di circa il 50% inferiori rispetto a quelli italiani, ma ci sono casi in cui la differenza tocca il 150%. Il risparmio e’, quindi, il motivo principale che spinge gli italiani a curarsi all’estero.

Risparmio non vuol dire necessariamente che la qualità delle cure o degli interventi sia inferiore, anzi, molti dei medici che operano in queste cliniche sono specializzati e altamente preparati e formati secondo standard internazionali. È innegabile, però, che il risparmio sia assicurato, garantendo al turismo medico un giro d’affari molto proficuo.

Altro punto a favore del turismo medico e’ l’assenza di liste d’attesa con interventi quasi immediati. È psicologicamente provato che non tutti gli individui sono in grado di reggere periodi più o meno lunghi di attesa. Questi periodi creano nel soggetto stati d’ansia che possono metterlo a dura prova.

Inoltre, il paziente che decide di sottoporsi ad interventi all’estero, tende a percepire il viaggio e la permanenza come una piccola vacanza rigenerativa sia per il corpo che per la mente.

Decisiva, a tale proposito, anche la totale riservatezza, specialmente negli interventi di chirurgia estetica. Questo della privacy e’ un aspetto fondamentale, l’attenzione per questo elemento diventa essenziale per vivere l’intervento in modo diverso: non si deve affrontare l’eventuale sguardo giudicante di altre persone che potrebbero creare ansie e insicurezze inutili nel soggetto.

Per affrontare un qualsiasi intervento, la salute mentale del soggetto svolge un ruolo fondamentale. Sovraccaricare il paziente di pressioni esterne non e’ mai un bene. Ecco perché anche la privacy e la totale riservatezza del soggetto diventano elementi da tenere sempre in considerazione quando si sceglie di sottoporsi ad alcuni interventi.

Ricapitolando, i motivi che portano un italiano ad affidarsi a medici e a strutture estere sono principalmente tre:

· vantaggio economico, i costi sono nettamente inferiori a quelli italiani;

· assenza di snervanti e lunghe liste d’attesa;

· massima discrezione e privacy.

Le mete più gettonate e gli interventi più richiesti

A seconda della cura o dell’intervento da sostenere, che siano cure dentali, trapianti di capelli o interventi di chirurgia estetica, diverse sono le mete che vengono prese in considerazione dagli italiani. Le mete preferite dagli europei restano i Paesi dell’Est (soprattutto per le cure dentali) eiltrapianto di capelli in Turchia.

Da tenere in considerazione sono anche i dati riguardanti la chirurgia estetica; molti italiani (circa 40.000), ogni anno, decidono di recarsi verso Paesi del Sud America, Brasile, Messico e Thailandia per sottoporsi a tali interventi. In Asia, invece, una delle destinazioni più scelte, e’ l’India, dove ci si reca per piccoli interventi o trattamenti estetici di ogni genere.

Tornando in Italia, le mete più gettonate, secondo gli ultimi studi effettuati, sono:

· Croazia, Ungheria, Albania, Serbia e Romania per le cure dentali;

· Turchia e Polonia per trapianti di capelli;

· Sud America, Brasile, Messico e Thailandia per la chirurgia estetica.

Questi Paesi sopracitati, notando il trend in continua crescita e il grande ricavato economico, stanno puntando tantissime risorse sul turismo sanitario al fine di incentivarlo, offrendo servizi sempre più convenienti e di qualità.

Ne e’ un esempio la Turchia che, vedendo lo svilupparsi di questo fenomeno, ha saputo adeguarsi perfettamente ai requisiti di questo nuovo mercato e sta diventando uno dei Paesi più famosi per il turismo medico. La Turchia dispone, infatti, di numerose cliniche e ospedali all’avanguardia e si e’ adeguata agli standard europei sanitari, formando un grande numero di medici specializzati a livello internazionale.

Con il diffondersi di questo particolare fenomeno, trovare offerte speciali per ogni tipo di intervento diventa sempre più semplice, si possono acquistare pacchetti specifici online da scegliere a seconda delle proprie esigenze e della propria disponibilità economica. Molte sono le cliniche estere che

organizzano i cosiddetti viaggi della salute dall’Italia, offrendo assistenza garantita h24 in lingua italiana, su tutta la durata della permanenza e dell’intervento.

Per informazioni:

Il dott. Emrah Cinik, medico specializzato nella tecnica FUE e membro della FUE Europe, si e’ in breve tempo imposto in Turchia come specialista del settore chirurgico estetico, con focus sui trapianti di capelli. Una carriera fervida basata sulla conoscenza delle più moderne tecniche di trapianto e la sua partecipazione costante alle più importanti associazioni internazionali, sono stati garanzia di migliaia di interventi riusciti con successo (oltre 15.000), sia su pazienti uomini che donne (trapianto di sopracciglia, altro intervento molto richiesto).

website:https://www.emrahcinik.com
/it

e-mail: [email protected]

(Immediapress – Adnkronos
Immediapress e’ un servizio di diffusione di comunicati stampa in testo originale redatto direttamente dall’ente che lo emette. Padovanews non e’ responsabile per i contenuti dei comunicati trasmessi.)

Please follow and like us: