Consegne a domicilio, ecco gli strumenti per accettare pagamenti



Roma, 6 apr. (Labitalia) – Il Coronavirus non ferma il commercio delle consegne a domicilio anche grazie ai pagamenti digitali. Oggi, infatti, gli esercenti possono accettare i pagamenti in qualsiasi situazione lavorativa e anche durante l’emergenza sanitaria, chi effettua consegne a domicilio può agevolmente gestire i pagamenti direttamente a casa dei clienti. Il pos oggi si adatta alle nuove esigenze dei negozianti e delle piccole attività e ora possono operare anche fuori dal proprio punto vendita.
Con il coronavirus si cercano di evitare i contatti con le altre persone, preferendo fare acquisti da remoto, non solo attraverso il commercio elettronico, pagando quindi on line prima, al momento del caricamento merce sul carrello, ma anche ordinando la merce al proprio negozio di fiducia potendo usufruire comunque del pagamento on line al momento della consegna. Tutto questo è possibile attraverso un pratico pos.
Il dopo essere diventato fa un ulteriore passo in avanti per incontrare le nuove esigenze dei commercianti. Coni l’interazione di pagamento con il consumatore diviene ancor più flessibile e veloce ed è in grado di accettare tutti gli strumenti di pagamento (carte di credito, prepagate, debito, pagamenti mobile, ticket restaurant e QR Code).
La connessione wifi e rete mobile 3G di cui è dotato, permette di concludere la vendita anche se non si è nel proprio negozio. Con le è possibile gestire tutte le fasi della consegna direttamente da SmartPOS: dall’indirizzo, alla firma su schermo passando per l’accettazione di pagamenti in mobilità. Questo prodotto ha inoltre a disposizione una base portatile per stampare le ricevute cartacee e ricaricarlo.
La versione premium ha, inoltre, un plus essenziale per chi vive il proprio business in mobilità ovvero una connessione ad alta velocità alla rete 4G, con traffico incluso. Nella gamma Nexi dedicata alla mobilità, troviamo anche il e il , che nella loro praticità, includono, come gli altri pos Nexi, il servizio per incassare pagamenti a distanza nelle consegne a domicilio, attivabile gratuitamente e disponibile dal 7 aprile.

(Adnkronos)

Please follow and like us: