Consorzio del Graticolato Romano Pro Loco: dalla centuriazione alla villeggiatura

30 marzo 2020

post graticolato romano#iorestoacasa la quinta tappa di #gioielliapadovanidaldivano. Oggi scopriremo un itinerario dalla centuriazione alla villeggiatura con il Consorzio del Graticolato Romano Pro Loco.

Partenza da #Borgoricco, terra di centurie e decumani romani dove troviamo il Museo della Centuriazione Romana che conserva tutti i reperti dell’epoca.
Percorrendo l’agro centuriato scopriamo anche Villa Bressanin con un giardino romantico dell’Ottocento e in località #Favariego, l’antichissimo #Oratorio di San Nicolò, edificato su precedenti costruzioni romane e che custodisce al suo interno un affresco risalente al Trecento, rimasto celato per secoli sotto uno strato di intonaco.

Attrversando il fiume Muson Vecchio siamo a #Massanzago dove incontriamo la seicentesca #VillaBaglioni con il suo parco, oggi sede del Municipio, nel cui piano nobile il giovane Giambattista #Tiepolo si cimentò nella sua prima impresa di decoratore di ville, affrescando le pareti con un ciclo che racconto il mito di Fetonte tratto dalla Metamorfosi di Ovidio.
Scopriamo anche la piccola chiesetta di Sant’Alessandro, vicino alle sponde del Fiume Muson che conserva il suo aspetto di pieve con opere tra il XVI e XVII secolo. Nella frazione di #zemianiana sorge la chiesetta della Beata Bergine Annunciata con tele e pregevoli affreschi di Giambattista #Crosato.

Lasciata Massanzago ci dirigiamo a #PiombinoDese dove ci imbattiamo immediamente nelle inconfonbibili linee palladiane di #VillaCornaro, sito #UNESCO dal 1996. La dimora fu progettata da Andrea Palladio e costruita a partire dal 1560. Il complesso è formato da una peschiera e da un prezioso giardino che vede la presenza anche di un ponte romano a più arcate sempre progettato sempre dal genio del Palladio.

Nella frazione di #Levada troviamo Villa Ca’ Marcello | Villa Veneta di origine rinascimentale ma rifatta nel 1700, mantiene il suo parco romantico, il giardino all’italiana e i grandi saloni da ballo. E’ ancora abitata dalla nobile famiglia dei Marcello, padre e figlio.

Ci vediamo alla prossima tappa!

(Proloco Padova)

Please follow and like us: