Grigoletto: ecco come la Kioene Padova si allena a casa

Il preparatore atletico dei bianconeri racconta il programma di lavoro in questi giorni di emergenza da Covid-19. “Discovery Padova”, oggi il secondo episodio. Il mistero “dell’infinito” di piazzetta San Nicolò

Con l’emergenza da Covid-19 ancora in atto su tutto il territorio nazionale, la Kioene Padova si allena “da casa”. A spiegare il programma messo in atto per gli atleti bianconeri è il preparatore atletico Davide Grigoletto, che in collaborazione con i coach Valerio Baldovin e Andrea Zappaterra continua a seguire – seppur da distanza – i giocatori della Kioene.
«In questo momento – dice Grigoletto – ovviamente non si può allenare la tecnica o la tattica alla Kioene Arena, ma abbiamo predisposto dei programmi comuni e altri individualizzati per i nostri ragazzi sotto l’aspetto fisico. Sono lavori a corpo libero, spiegati da me con dei video e che vengono realizzati con alcuni attrezzi che i giocatori hanno a disposizione. E’ necessario anzitutto mantenere il tono muscolare, stando attenti al mantenimento del proprio peso. Ci sentiamo quasi giornalmente. Agli esercizi comuni ne vengono affiancati alcuni personalizzati, legati alle limitazioni funzionali dei singoli o alla corretta gestione di infortuni pregressi».
DISCOVERY PADOVA: ON LINE IL SECONDO EPISODIO. Dopo il successo ottenuto dal primo episodio di “Discovery Padova” con Dragan Travica a illustrare i motivi per cui Padova è la città dei “quattro senza”, oggi sui canali social della Kioene Padova (YouTube e Facebook) Nicolò Casaro spiega “Il mistero dell’infinito di Piazzetta San Nicolò”. Considerando che l’emergenza coronavirus sta coinvolgendo tutti, la Società bianconera ha pensato di sfruttare questo tempo per far conoscere ai padovani – e non solo – alcune storie a aneddoti della città tramite la voce dei propri atleti. Sia per tenere “compagnia” ai tifosi, ma anche per stimolare la curiosità di andare alla scoperta (o riscoperta) di alcuni luoghi una volta che questo periodo di allarme sarà rientrato. Si ringrazia Paola Tellaroli – autrice del libro “Misteri e storie insolite di Padova” – che ha acconsentito con entusiasmo a darci l’opportunità di leggere alcuni dei suoi racconti.


Alberto Sanavia
Ufficio stampa Kioene Padova
www.pallavolopadova.com

(Pallavolo Padova)

Please follow and like us: