Da Terna investimenti in Veneto per 408 milioni di euro in cinque anni

Nella foto Luigi Ferraris, amministratore delegato e direttore generale di Terna

Nella foto Luigi Ferraris, amministratore delegato e direttore generale di Terna

Nel “Piano strategico 2020-2024”, investimenti in crescita del 15% rispetto al piano precedente.

(In collaborazione con Adnkronos) –  Ammontano a 408 milioni di euro gli investimenti che Terna sosterrà in Veneto nei prossimi 5 anni, per interventi di sviluppo e per la sicurezza delle infrastrutture elettriche regionali, con un incremento del 15% rispetto alla programmazione precedente. È quanto emerge dal “Piano strategico 2020-2024”

“Il Piano strategico di Terna per i prossimi cinque anni prevede in Veneto investimenti per 408 milioni di euro per lo sviluppo e il rinnovo delle infrastrutture elettriche e conferma l’importanza del territorio nella strategia della società”, ha spiegato l’amministratore delegato e direttore generale, Luigi Ferraris che ha aggiunto: “Proseguiremo nel percorso di dialogo con le comunità locali avviando iniziative di progettazione partecipata con l’obiettivo di coniugare innovazione e sviluppo sostenibile della rete elettrica. Questo consentirà, in un sistema energetico sempre più complesso e articolato, di accompagnare la transizione energetica in atto e rendere la rete elettrica regionale più sicura ed efficiente”.

Tra i principali interventi previsti: il completamento del riassetto della rete elettrica nell’Alto Bellunese, tra cui il nuovo collegamento in cavo interrato tra Cortina e Auronzo di Cadore; il proseguimento della razionalizzazione tra Venezia e Padova, che comprende un elettrodotto in cavo interrato tra Dolo e Camin e l’interramento di linee in alta tensione che insistono nell’area del Vallone Moranzani.

Dell’investimento complessivo, circa 150 milioni saranno destinati a interventi per ammodernamento e resilienza degli asset esistenti anche per mitigare l’impatto di eventi meteorologici come ghiaccio e neve.

Importanti le ricadute positive anche per l’indotto (200 imprese, 100 fra professionisti e studi tecnici e 850 lavoratori coinvolti) e per le attività ricettive, di ristorazione e di servizi, presenti nei territori interessati dai cantieri.

Proseguirà, infine, la sperimentazione relativa all’utilizzo della rete elettrica regionale per il monitoraggio ambientale del territorio, frutto di un accordo siglato da Terna con la Regione Veneto a febbraio di quest’anno. Sulla base di questa intesa, Terna ha sviluppato e installato in Veneto un sistema integrato di sensoristica avanzata, composto da circa 500 dispositivi IoT (Internet of Things) sulle proprie reti, che consentirà la raccolta e l’analisi real-time di informazioni utili alla maggiore sicurezza e flessibilità del sistema elettrico regionale.

 

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Da Terna investimenti in Veneto per 408 milioni di euro in cinque anni"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


due + 3 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.