Monselice: Precisazioni al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri – 1° marzo 2020


che allo scopo di contrastare e contenere il diffondersi del virus COVID-19. sono state disposte le seguenti misure relativamente alle attività commerciali, esercizi pubblici, luoghi di culto, musei e degli altri istituti e luoghi della cultura di cui all’art. 101 del codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui al decreto legislativo 22 gennaio 2004, n. 42:

ATTIVITÀ SOSPESE fino all’8 marzo 2020

1. eventi e competizioni sportive, in luoghi pubblici o privati. Resta consentito lo svolgimento di eventi, competizioni e allenamenti a porte chiuse. Sono vietate le trasferte dei tifosi residenti nella regione per la partecipazione ad eventi e competizioni sportive che si svolgono nelle restanti regioni e province.

2. servizi educativi e attività didattiche.

3. manifestazioni ed eventi in luogo pubblico o privato, compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo e religioso, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico (ad esempio grandi eventi, cinema, teatri, discoteche, cerimonie religiose, ecc.).

ATTIVITÀ NON SOSPESE soggette a condizione fino all’8 marzo 2020

I luoghi di culto sono aperti a condizione che vengano adottate misure organizzative che evitino assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro;

I musei, la biblioteca, gli archivi e gli altri luoghi della cultura di cui all’art. 101 del codice dei beni culturali sono aperti a condizione che assicurino modalità di fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, e tali che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro;

le attività di ristorazione, bar e pub sono aperte, a condizione che il servizio sia espletato per i soli posti a sedere e che, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali, gli avventori siano messi nelle condizioni di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro;

le altre attività commerciali sono aperte a condizione che vengano adottate misure organizzative tali da consentire un accesso con modalità contingentate o comunque idonee a evitare assembramenti di persone, tenuto conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei locali aperti al pubblico, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza di almeno un metro tra i clienti.

Potranno essere stabilite dalla Direzione Sanitaria dell’Ospedale limitazioni all’accesso dei visitatori alle aree di degenza.

È prevista la rigorosa limitazione dell’accesso dei visitatori agli ospiti della Casa di Riposo.

Misure igieniche da seguire

1. lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;

2. evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;

3. non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;

4. coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;

5. non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;

6. pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;

7. usare la mascherina solo se si sospetta di essere malato o si assiste persone malate.


In allegato le misure anti Coronavirus e misure igieniche

(Comune di Monselice)

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Monselice: Precisazioni al Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri – 1° marzo 2020"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


13 − 4 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.