Infissi in legno: tutte le tipologie e le caratteristiche per scegliere meglio

Anche nell’era moderna dove il pvc sta “invadendo” un po’ tutta casa, gli infissi di pregio sono comunque sempre in legno. Le prestazioni di questo materiale infatti sono comunque molto elevate se l’infisso è ben fatto e il calore fisico si associa anche a quello visivo, cosa che non si può dire del metallo.

Il legno che si utilizza per costruire gli infissi in legno non è legno semplice, ma lamellare. Si ottiene la struttura, quindi, incollando insieme più tavole di legno strette, strette fra loro. Il motivo di questo tipo di lavorazione è che così facendo la struttura è molto più solida sia fisicamente, sia nei confronti delle intemperie, sia del fuoco, in caso di incendio.

L’infisso può essere realizzato con diverse essenze di legno. Ognuna ha le sue peculiarità: la durezza, la resistenza etc. Molto differenti sono i colori e l’estetica che danno agli infissi un carattere del tutto diverso. A cambiare sono anche i prezzi: ci sono legni più cari ed altri più economici.

In tutti i casi è sempre opportuno affidarsi a rivenditori di fiducia che producano e rivendano infissi di qualità perché questi dovranno comunque durare anni e garantire un eccellente isolamento della casa. Per i serramenti in legno Padova ci sono proprio qui aziende rinomate che eccellono nella produzione di infissi: una vera fortuna per chi risiede in zona.

Le caratteristiche dei serramenti di legno

Il legno che si utilizza per costruire i serramenti, come detto, può essere di vario genere in base alla pianta che si usa. Ci sono legni più pregiati e legni meno pregiati, quindi più cari e meno cari. In linea generale la qualità, se il produttore è serio è sempre elevata, ma di natura è chiaro che ci sono delle tipologie più resistenti di per sé rispetto ad altre.

Il legno per i serramenti esterni, in ogni caso, viene trattato opportunamente per resistere alle intemperie. Questa protezione andrebbe però ripristinata di tanto in tanto per garantire la stabilità dell’infisso: con il tempo, infatti, il sole e gli agenti acidi presenti nelle piogge possono compromettere tale protezione.

Tipologie di legno per l’infisso

Gli infissi in abete sono una tipologia dall’estetica rustica di colore chiaro. Normalmente però non si usano per i serramenti che guardano verso l’esterno perché il materiale è poco resistente agli agenti atmosferici. Non tutti gli abeti però sono uguali, infatti, nel panorama spiccano alcune specie che risultano particolarmente compatte e resistenti, come l’abete bianco e l’abete Douglas.

Un altro materiale in questo caso di particolare pregio è il castagno, noto per la sua resistenza per la presenza di tannino. Questo elemento rende il legno particolarmente resistente all’acqua. Questa qualità ce l’ha anche il legno di larice grazie alla presenza all’interno di una sostanza resinosa. Ottimo e di pregio è considerato il legno di rovere, che è noto per la sua longevità e che va benissimo per ogni genere d’infisso. Lo stesso si può dire per il legno di mogano.

Di recente sta andando molto per la costruzione di serramenti, anche il legno di okoumè. Si tratta di un materiale proveniente dall’Africa equatoriale che, benché tenero e malleabile, ha una fibra molto compatta. La resistenza tuttavia non lo rende un materiale adatto per essere usato per infissi che dividono interno ed esterno, quanto piuttosto per quelli da interno.

 

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Infissi in legno: tutte le tipologie e le caratteristiche per scegliere meglio"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


15 + diciotto =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.