Coronavirus: sindaco di Guangzhou, ‘grazie per solidarietà città di Padova’

Paova, 20 feb. (Adnkronos) – Lo scorso 4 febbraio il sindaco di Padova Sergio Giordani ha inviato due lettere in cui esprimeva sentimenti di solidarietà ed amicizia al popolo cinese colpito dal Coronavirus, una al presidente cinese Xi Jinping e la seconda al sindaco di Guangzhou Wen Guohui. Oggi è giunta a Palazzo Moroni una lunga lettera di ringraziamento da parte del sindaco della città cinese, che, ricordiamo, da sola conta oltre 20 milioni abitanti e se consideriamo complessivamente l’area metropolitana tocca i 46,5 milioni di abitanti.
Nella sua risposta il sindaco Wen Guohui ringrazia di cuore Padova e il suo sindaco sottolineando che “la crisi del Coronavirus è passeggera e che i piani di crescita della città non saranno limitati”. Il sindaco di Guangzhou sottolinea inoltre “la volontà di continuare il processo di gemellaggio con Padova con l’obiettivo di rendere sempre più concreta la relazione tra le due città”.
Il sindaco di Padova sottolinea: “La risposta del sindaco di Guangzhou mi ha fatto molto piacere, perché sottolinea che la solidarietà, specie nei momenti di difficoltà, tra gli uomini è fondamentale, indipendentemente dalla storia e dalla cultura di ognuno. Per citare le sue parole “ after storm comes rainbow”, dopo la tempesta viene l’arcobaleno e questo atteggiamento positivo che guarda al futuro è senza dubbio condivisibile. Sono molto contento per il sostegno al progetto di gemellaggio tra le due città, che addirittura il sindaco di Guangzhou, si augura possa concludersi entro quest’anno. Noi dobbiamo essere vicini alle comunità cinesi che vivono nelle nostre città, preoccupate per i parenti che hanno laggiù e talvolta oggetto di diffidenze ingiustificate. Anche per questo sabato pomeriggio con l’assessore alla Cultura parteciperò a una iniziativa di solidarietà con il popolo cinese davanti al Municipio nella quale saranno realizzate delle gru rosse di origami, che, per i popoli asiatici, sono un simbolo di augurio per gli ammalati e per chiunque debba affrontare una dura prova, oltre che un simbolo di pace e fratellanza”.

(Adnkronos)

Please follow and like us: