Schneider Electric, flotta aziendale 100% elettrica al 2030



Roma, 13 feb. – Schneider Electric annuncia il suo ingresso nell’iniziativa EV100 di The Climate Group e sostituirà il 100% della flotta di veicoli aziendali con veicoli elettrici, entro il 2030. L’annuncio è stato dato in concomitanza con il lancio della ricerca 2020 Progress and Insights Annual Report di The Climate Group; lo studio evidenzia che la domanda di veicoli elettrici è in crescita e che le aziende stanno progredendo rapidamente verso i loro obiettivi, dove i modelli sono disponibili.
Secondo il report speciale di Ipcc , entro il 2030 è necessario tagliare del 45% le emissioni globali di anidride carbonica per limitare a 1,5 °C l’incremento della temperatura del pianeta. “La mobilità elettrica è essenziale per arrivare a questo obiettivo, unita alla decarbonizzazione, alla decentralizzazione e alla digitalizzazione dell’energia. Nonostante ciò, finora l’adozione della mobilità elettrica procede troppo lentamente”, fa sapere l’azienda.
Con il suo impegno, Schneider Electric si augura di dimostrare che è possibile arrivare a un cambiamento in tempi rapidi, contenendo i costi e garantendo comfort agli automobilisti. Per questo, entro il 2030 sostituirà 14.000 auto aziendali in uso in oltre 50 Paesi con modelli elettrici; sempre entro il 2030 l’azienda installerà infrastrutture di ricarica EV nei suoi uffici principali e stabilimenti produttivi; in alcuni di questi siti, sarà impiegata l’innovativa architettura EcoStruxure per la mobilità elettrica, che combina l’uso di microgrid, soluzioni per la gestione degli asset e nuovi sistemi di gestione dell’energia.
L’adesione a EV100 per Schneider Electric è un ulteriore passo nella sua strategia di contrasto al cambiamento climatico, che si basa su obiettivi science based per il contenimento entro 1,5°C del riscaldamento climatico globale. Nel 2019 l’azienda si è impegnata a ottenere la carbon neutrality nel suo ecosistema entro il 2025 e diventare a emissioni net-zero entro il 2030: passare alla flotta elettrica permetterà di portare a zero le emissioni dirette di CO2 prodotte dalle auto aziendali.
Per molti dipendenti di Schneider Electric l’uso di veicoli elettrici è già nella quotidianità. L’azienda ha sviluppato negli ultimi anni e poi installato presso numerosi siti nel mondo infrastrutture di ricarica elettrica con veicoli a disposizione dei suoi dipendenti, ad esempio in Norvegia. Anche i dipendenti Schneider Electric che lavorano in Germania nel Campus Euref, dove si adottano le tecnologie più innovative per la riduzione di CO2 generata da energia e trasporti, sperimentano, insieme ai lavoratori delle altre 150 aziende lì presenti, questa nuova mobilità.
La trasformazione che interesserà nei prossimi 10 anni oltre 50 Paesi in cui l’azienda è presente, cambierà le abitudini di tante altre persone. Oltre a portare in elettrico la propria flotta aziendale, Schneider Electric aiuta le aziende a compiere questo passaggio con investimenti e collaborazioni rivolte a start up quali eIQ Mobility che offre servizi di consulenza e software per l’elettrificazione delle flotte, e DST, che offre logistica as a service per la gestione delle flotte elettriche e ha già oltre 16.000 veicoli elettrici in gestione.
Inoltre Schneider Electric è investitore ed è partner di Volta, i cui modelli di business innovativi permettono a proprietari immobiliari e automobilisti di avere ricarica gratuita per i veicoli elettrici in cambio di pubblicità.
Schneider Electric aderisce a tre iniziative di The Climate Group; EP100, RE100 e ora EV100. Si tratta di progetti complementari e trasformativi nell’ottica di ridurre a zero le emissioni prodotte dalle attività operative entro il 2030, in linea con l’obiettivo di contenere entro 1,5 °C l’aumento della temperatura globale.
EP100: l’iniziativa mira a raddoppiare entro il 2030 la produttività dell’energia (prendendo come punto di partenza i dati dell’anno 2005), con l’ambizioso obiettivo quindi di raddoppiare il risultato economico di ogni unità di energia consumata.
RE100: l’iniziativa prevede di arrivare a usare il 100% di energia rinnovabile entro il 2030, con un obiettivo intermedio fissato all’80% entro il 2020. I progressi in questo ambito sono riportati da Schneider Electric nel suo report Schneider Sustainability Impact (SSI).

(Adnkronos)

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Schneider Electric, flotta aziendale 100% elettrica al 2030"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


due × cinque =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.