Amarcord calcio Padova: la storia del bomber Goran Vlaovic

vlovic goran
padova 1995 1996

Non si può di certo definire un fenomeno, eppure tutti coloro che hanno amato il calcio degli anni Novanta non possono non conoscere il suo nome. Stiamo facendo riferimento a Goran Vlaovic, che ha sicuramente lasciato un gran bel ricordo in modo particolare tra tutti i tifosi del Padova.

In un periodo storico in cui c’era da battere la concorrenza di bomber del calibro di Batistuta, Crespo e così via, Vlaovic è riuscito a scrivere il suo nome nell’elenco dei calciatori più importanti della serie A. Al giorno d’oggi, probabilmente non c’è tutta quella sfilza di nomi famosi che, invece, riempivano le squadre degli anni ’90. D’altro canto, c’è un fenomeno come Cristiano Ronaldo, che punta a ritoccare verso l’alto tutti i suoi record anche in Serie A. Gli appassionati di scommesse non hanno perso tempo nel puntare il portoghese in vetta alla classifica cannonieri a fine stagione. Ci sono diverse piattaforme d’azzardo online che consentono di scommettere, ma anche di divertirsi con tanti altri giochi, come ad esempio le slot machine. Una delle più richieste e apprezzate è certamente la slot gallina, che trae ispirazione dalla Fowl Play Gold. Si tratta di una slot machine che presenta un gioco bonus piuttosto famoso, dal momento che offre la possibilità di guadagnare premi extra. È sufficiente toccare una gallina e fare in modo che cominci a deporre un uovo ed ecco che il divertimento è iniziato.

La storia di Goran Vlaovic

La storia di Goran Vlaovic parte il 7 agosto del 1972, a Nova Gradiska, in terra croata. Nasce centravanti e lo farà per tutta la sua carriera. Nelle giovanili croate si mette fin da subito in grande evidenza, mostrando quelle che sono le sue caratteristiche principali: ovvero, ottimo fiuto del gol, ma soprattutto un’intelligenza tattica notevole, che spesso e volentieri crea spazi per i suoi compagni di reparto.

La Dinamo Zagabria è la compagine giusta per tentare di fare il grande salto in Europa: intanto, però, scoppia la guerra in Jugoslavia e si fa veramente la fame. L’unica cosa che il giovane Goran può fare è quella di prendere tutto quello che ha e partire per l’Italia, sperando di trovare fortuna qui.

Su di lui mette fin da subito gli occhi il Padova, attratto anche dalle 61 reti in 81 partite con la Dinamo-Croatia. In quegli anni, la formazione veneta era da poco tornata nella massima serie, dopo oltre 32 anni di dolorosa assenza, ma soprattutto dopo aver vissuto per tanto tempo in bilico tra i campionati di Serie B e di Serie C.

Arriva in punta di piedi al Padova

Non è l’unica novità la Serie A, dato che il Padova ci arriva con l’entusiasmo di poter giocare finalmente in uno stadio nuovo, l’Euganeo. Per affrontare la massima serie non ci sono tanti soldi e, così, si tenta la carta di mantenere l’ossatura della squadra che ha portato in dote una storica promozione, vincendo la serie cadetta dopo uno spareggio contro il Cesena.

Ad allenare il Padova quell’anno c’è Mauro Sandreani. C’è un però: infatti, Sandreani non ha ancora il patentino per poter allenare nella massima serie e, così, ufficialmente sulla panchina si siede il vice Gino Stacchini. La partenza in Serie A del Padova è indimenticabile, ma al contrario: la svolta sul campo del Napoli, con un pareggio insperato per 3-3. Poi anche Vlaovic comincia a essere decisivo e a segnare.

Del croato, però, rimangono impresse tre cose nella mente dei tifosi del Padova. La prima: spareggio per restare in Serie A contro il Genoa, gol nei regolamentari e poi rigore decisivo. La seconda: la rete nella vittoria per 3-0 sulla Reggiana: mezza rovesciata di destra all’incrocio dei pali e tutta Padova è in estasi. La terza: 13 gol in 23 partite dopo l’intervento alla testa e la capacità di fare ancora una volta sognare i tifosi padovani.

 

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Amarcord calcio Padova: la storia del bomber Goran Vlaovic"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


2 × tre =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.