Zingaretti: “Se mi citofona un politico per i voti io chiamo la polizia”


“Per violazione della privacy”. Così il segretario del Pd a DiMartedì
Roma, 28 gen. “Se a casa mia citofonasse un politico per raccattare voti io chiamerei la polizia, per violazione della privacy”. Così a DiMartedì, in onda stasera su La7, parlando della citofonata di Salvini a Bologna, al Pilastro. “Altra cosa è la giusta lotta contro lo spaccio, ma questo Salvini lo doveva affrontare da ministro dell’Interno, invece ora lo usa per strumentalizzare le persone”.

(Adnkronos)