Antisemitismo, Conte: “Non basta indignazione, serve lotta a rigurgiti”


“Offese e minacce a Segre, Verdelli e Berizzi macchiano la Giornata della Memoria”
Roma, 28 gen. “Le offese e le minacce alla senatrice Liliana Segre, al direttore di Repubblica Carlo Verdelli e al giornalista Paolo Berizzi si aggiungono ad altri vergognosi episodi di matrice razzista e antisemita che si sono verificati negli ultimi giorni e che hanno finito per macchiare la Giornata della Memoria”. Così il premier Giuseppe Conte, in un post su Facebook.
“Ma non può bastare la pur giusta indignazione, specie quando riaffiorano con veemenza parole d’odio e intolleranza che ci riportano alle ore più buie della nostra storia – scrive il presidente del Consiglio – . La lotta ai nuovi rigurgiti antisemiti deve essere una pratica quotidiana di civismo e democrazia, una battaglia senza quartiere contro ideologie esecrabili già condannate dalla Storia”.
“Non saranno questi gesti spregevoli, compiuti nell’anonimato e con modalità vili, a oscurare le nostre coscienze. Alle vittime di questi ignobili episodi esprimo la solidarietà mia personale e quella dell’intero governo. L’Italia – come ho ricordato nell’ultimo Consiglio dei ministri – ribadisce l’impegno, in tutte le sedi, a promuovere e a rafforzare la memoria dell’Olocausto e a contrastare l’antisemitismo in tutte le sue forme e manifestazioni. Confido nell’operato delle forze dell’ordine affinché i responsabili vengano individuati e perseguiti”.

(Adnkronos)

Please follow and like us: