Padova: maxisequestro carni suine cinesi, 9,5 tonnellate a rischio contagio peste suina (4)

(Adnkronos) – Al riguardo, al fine di impedire fin da subito l’ulteriore perpetrazione di condotte criminali e alla luce dei numerosi precedenti specifici in capo ai titolari, il Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Padova, su proposta della locale Procura della Repubblica, ha disposto il sequestro preventivo dell’attività commerciale, subito eseguito dai Baschi Verdi.
La ditta cinese non andrà esente neppure da sanzioni in materia di normativa doganale: le carni suine, sequestrate e successivamente distrutte, erano state acquistate in contrabbando perché – sdoganate a Rotterdam – sono state importate nel territorio dell’Unione Europea senza pagare i dazi doganali e l’Iva, che ora la locale Agenzia delle Dogane provvederà a recuperare.
Alla luce del patrimonio informativo acquisito attraverso l’esame della documentazione fiscale reperita presso l’azienda, i Finanzieri, unitamente al personale dell’ULSS, hanno eseguito, nei giorni seguenti, ulteriori 3 interventi presso due clienti ed un competitor della ditta cinese, al fine di individuare ulteriori lotti di carne suina illecitamente importati. Ancora irregolarità accertate dai Finanzieri e dal Servizio veterinario dell’Ulss, con il sequestro amministrativo di kg 200 circa di generi alimentari (animali e vegetali) rinvenuti nei magazzini dei rivenditori e dei ristoratori ispezionati poiché conservati in condizioni igieniche inidonee. Ulteriori controlli sono in corso da parte dell’Arpav con riguardo allo stoccaggio e allo smaltimento dei rifiuti.

(Adnkronos)

Please follow and like us: