‘Gemelli a Casa’, in 5 settimane oltre 700 chiamate e 1.100 prestazioni



Roma, 23 dic. (Adnkronos Salute) – Portare l’esperienza di un policlinico d’eccellenza nelle case dei cittadini di Roma: è l’obiettivo di ‘Gemelli a Casa’, il nuovo servizio di assistenza domiciliare in regime privato, nato dalla collaborazione tra la Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli Irccs e la Cooperativa Osa (Operatori sanitari associati) per offrire risposte evolute ai pazienti e completare il percorso di cura nel luogo più accogliente, familiare e sicuro: la propria abitazione. “A meno di due mesi dalla nascita dell’innovativo servizio, il bilancio è già estremamente positivo”, dichiara Gino Gumirato, amministratore delegato di ‘Gemelli a Casa’. “Nelle prime 5 settimane abbiamo ricevuto oltre 700 chiamate, che si sono trasformate in oltre 1.100 prestazioni nelle abitazioni, con un tasso di conversione dei preventivi superiore al 95%. Questo ci dà conferma dell’accessibilità dei nostri servizi e delle nostre tariffe, un dato che ci sta a cuore”.
Il progetto porta infatti direttamente al domicilio del paziente le competenze di un’équipe multidisciplinare formata da: infermieri, medici, fisioterapisti, operatori sanitari e della riabilitazione. L’obiettivo è quello di offrire risposte di alta qualità a tutte le richieste sanitarie. L’assistenza sanitaria in Italia sta cambiando: da una parte emerge la necessità di cure, nel territorio, che evitino o riducano al massimo il ricovero ospedaliero. Dall’altra cresce l’attenzione verso la qualità e l’aumento dell’aspettativa di vita di assistiti e caregiver. “Ecco il perché del nostro progetto, che nasce in particolare da un lavoro di ricerca che abbiamo fatto sullo stato di salute e sui relativi bisogni della popolazione – prosegue Gumirato – in particolare quella degli anziani. Nasce inoltre dall’esigenza di integrare servizi e di dare accoglienza e assistenza in modo completo e veloce. A fronte di un rapido invecchiamento della popolazione, di un aumento dell’incidenza delle malattie croniche e degenerative nonché delle disabilità a esse correlate, la casa è infatti destinata a rappresentare sempre più un centro significativo dell’assistenza”.
‘Gemelli a Casa’ sarà inoltre l’unico soggetto in Italia a condurre una ricerca scientifica in ambito medico sugli ‘Algoritmi predittivi per la popolazione anziana non autosufficiente’, utili a fornire informazioni sull’evoluzione dello stato di salute di ogni singolo paziente, grazie a una valutazione multidimensionale complessiva basata su standard internazionali. In questo modo, sarà possibile identificare i trattamenti più efficaci e capire quale sia il passo successivo migliore da compiere. Attraverso gli indicatori predittivi è quindi possibile sfruttare questa conoscenza per ottimizzare la durata della presa in carico.
Attiva dal lunedì al venerdì dalle 8.30 fino alle 18.30 e il sabato mattina fino alle 12.30, la Centrale operativa è il cuore di ‘Gemelli a Casa’, il punto di contatto con le persone che intendono accedere al servizio o richiedere assistenza sanitaria per un proprio familiare. Chiamando il numero verde gratuito 800 132 688 è possibile ricevere tutte le informazioni per accedere ai servizi e alle prestazioni offerte.

(Adnkronos)

Please follow and like us:

Be the first to comment on "‘Gemelli a Casa’, in 5 settimane oltre 700 chiamate e 1.100 prestazioni"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


8 + diciassette =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.