Wind Tre tratta con Ibm per cessione data center


A quanto apprende l’Adnkronos non è ancora iniziata la due diligence e non sono ancora definite le modalità dell’operazione che riguarda un centinaio di addetti. I sindacati: “Dissenso sul progetto”
Roma, 11 dic. – I data center di a Ibm: è questo l’obiettivo di una trattativa che l’operatore ha in corso con il colosso Usa. A quanto apprende l’Adnkronos non è ancora iniziata la due diligence e non sono ancora definite le modalità dell’operazione che riguarda un centinaio di addetti. Ancora in stand by invece la riorganizzazione del business delle torri per cui l’operatore punterebbe alla creazione di una newco.
“Oggi Wind Tre ha informato le Segreterie Nazionali di Slc Cgil, Fistel Cisl e Uilcom Uil, di aver scelto Ibm come eventuale azienda alla quale esternalizzare i data center” afferma una nota unitaria dei sindacati confederali di categoria, in cui si spiega che “inizierà quindi le fase della cosiddetta ‘due diligence’ che confermerà o meno l’operazione stessa”.
“Nessuna altra informazione è stata invece fornita in merito alle modalità, alle tempistiche o all’impatto sui lavoratori di questa operazione. Non possiamo che ribadire il nostro dissenso al progetto di esternalizzare i data center” affermano i sindacati. “Allo stesso modo rivendichiamo con urgenza un confronto chiaro e serio sul futuro complessivo dell’azienda. Qualora l’azienda non venisse al tavolo in tempi rapidi, saremo pronti ad indire la mobilitazione delle lavoratrici e dei lavoratori” conclude la nota.

(Adnkronos)