La guida di DgPrinter in 7 passi il biglietto da visita veramente efficace

(Verona, 10/12/2019) – Verona, 10/12/2019 – Negli ultimi anni, c’e’ una vera e propria tendenza, tra i professionisti del settore, a fare a gara per la scelta del biglietto da visita più originale e creativo. Colori, disegni, formati che siano il più possibile innovativi per lasciare il segno e distinguersi dalla massa. Una guerra senza esclusione di colpiu’ che però ha finito per perdere di vista quello che e’ il vero scopo del biglietto da visita.

Non servono un’opera d’arte, un formato eccessivamente grande o strano, dei caratteri che sembrano dei geroglifici per mostrare la propria unicità. Anzi, molto spesso tutto questo può sortire l’effetto contrario e finire per dare un’immagine di sé poco professionale.

Il biglietto da visita, infatti, ha un fine puramente informativo e, ancora oggi, rappresenta uno degli strumenti di marketing pubblicitario più potenti di cui un’azienda o un professionista dispone per promuovere il proprio marchio e renderlo riconoscibile sul mercato.

Su questo potente strumento, che spesso e’ la prima forma di presentazione del brand, vanno riportati i contatti dell’azienda o del professionista, come il domicilio o il luogo in cui abitualmente si svolge l’attività professionale, nome e cognome, il numero di telefono e il suo indirizzo e-mail.

Insomma, meno apparenza e più sostanza: se si vuole un biglietto da visita funzionale e incisivo ciò che serve e’ puntare sulla qualità e sulla semplicità.

Vediamo, come realizzare un biglietto da visita veramente efficace in 7 fatidici passi.

Fare sapere in maniera immediata e incisiva chi si e’ e cosa si fa

Il formato standard e più utilizzato per un biglietto da visita piccolo e tascabile e’ di 90×50,8 millimetri.

Non si ha molto spazio a disposizione e si deve perciò cercare di evitare errori scontati, come piazzare un logo enorme o riempirlo di troppe informazioni, spesso anche superflue.

Il biglietto da visita non e’ un modo per far conoscere, in maniera dettagliata, tutti i servizi offerti. Ad esempio, un web designer non deve riportare nel proprio biglietto da visita i servizi di progettazione, creazione e manutenzione di siti web, portali, web application e quanto altro. Finirebbe per sembrare una sorta di lista della spesa, perlopiù in uno spazio particolarmente ridotto.

Serve andare immediatamente al punto. Si fa l’avvocato, l’architetto, il fotografo? Basterà riportare, sul biglietto da visita, semplicemente avvocato, architetto, fotografo. Niente giri di parole quindi: un buon biglietto da visita deve essere rivolto e ridotto all’essenziale.

La scelta dei caratteri per un buon biglietto da visita

È fondamentale che quanto riportato sul biglietto da visita sia leggibile: per questo motivo, si consiglia l’utilizzo di font chiari e comprensibili come Times New Roman o Helvetica (e’ bene ricordare che il biglietto da visita non e’ una partecipazione di nozze, quindi più semplice e’ il font, meglio e’).

Una volta scelto il font, occorre sempre controllare la grandezza dei caratteri: scrivere troppo piccolo su un biglietto da visita può risultare fallimentare. È buona abitudine stamparne sempre uno per prova e verificare che i caratteri siano della dimensione giusta.

Si consiglia di evitare ombreggiature, corsivi e parole sottolineate che non fanno altro che creare confusione e rendere più difficoltosa la lettura. Bisogna, inoltre, assicurarsi sempre che ci sia abbastanza spazio tra una riga e l’altra.

Se si scelgono più colori (si consiglia di usarne al massimo tre) e’ indispensabile utilizzare tonalità che vadano d’accordo tra loro per evitare di fare pasticci. Inoltre, se si sceglie di inserire anche delle immagini o dei loghi e ci si vuole scrivere sopra, e’ importante che il testo sia leggibile.

Tornando un attimo ai colori e alle immagini che si intendono utilizzare, il segreto per essere sempre riconoscibili sta nell’adoperare lo stesso logo e gli stessi colori in tutte le comunicazioni aziendali e non cambiarli mai, cercando di mantenere una certa coerenza negli anni.

Scegliere con cura cosa comunicare e utilizzare contatti professionali

Come già anticipato, il biglietto da visita non e’ un cartellone pubblicitario; non c’e’ molto spazio a disposizione, perciò va scelto con cura cosa inserire. Ci sono degli elementi imprescindibili, che non possono assolutamente mancare, tra cui: nome e cognome del professionista o nome/logo dell’azienda, domicilio o sede dell’azienda, numero di telefono, indirizzo e-mail.

Riguardo a quest’ultimo punto, e’ di primaria importanza inserire contatti professionali. Un professionista deve essere munito di un indirizzo di posta che sia relativo al dominio web dell’azienda e non utilizzare un indirizzo di posta personale con dei nomi improponibili.

Una volta inseriti questi elementi, si potrebbe trovare spazio anche per altri dati, senza però fare troppa confusione, come il nome del sito web, il numero di fax e i contatti social. Per questi ultimi, e’ sufficiente inserire anche solo il logo, sempre che sia scelto lo stesso nome per tutte le pagine dei vari social.

Usare solo materiali di qualità: riciclabili e scannerizzabili

Il segreto per creare un prodotto eccellente e’ scegliere il supporto giusto in base al tipo di target che si vuole raggiungere e al carattere che si vuole imprimere alla comunicazione.

Prezioso, ricercato, originale, curioso, sofisticato, semplice: qualunque sia lo spirito della campagna pubblicitaria scelta, la carta rimane sempre l’elemento in grado di decretare o meno il successo del vostro prodotto.

Occorre ricordare che il biglietto da visita deve finire nel portafoglio dei clienti, acquisiti o potenziali: di conseguenza, deve essere pratico. Spesso, per essere originali a tutti i costi si finisce per utilizzare materiali improponibili come plastica, stoffa o plexiglas, facendo così risultare il proprio biglietto da visita inefficace e sgradito.

Il miglior supporto, ancora oggi, e’ la carta di qualità; in grado di garantire una maggiore durata al biglietto e di mantenere nel tempo la sua forma e integrità. La possibilità di preparare e prenotare l’acquisto di biglietti da visita online, permette una vastissima scelta di carte adatte.

Perché scegliere carta riciclabile? Perché oggi, quando si decide di cestinare un biglietto, il materiale fa sicuramente la differenza.

Individuare il target di riferimento e creare un design appropriato

Come qualsiasi altro strumento comunicativo, anche il biglietto da visita deve essere pensato sulla base delle aspettative di coloro che lo riceveranno.

Un biglietto dal formato strano (triangolare, rotondo, romboidale), oltre a usurarsi velocemente, può risultare scomodo e fastidioso da riporre nel portafoglio o nel taschino. Il design deve avere attinenza con il tipo di lavoro svolto, per cui se si opera in un ambito creativo o artistico si faranno determinate scelte; se, invece, si vuole comunicare solidità e professionalità, ne verranno fatte delle altre.

Utilizzare entrambi i lati del biglietto da visita

Su un normale biglietto da visita c’e’ già pochissimo spazio a disposizione: lasciare in bianco uno dei due lati vuole dire non sapere ottimizzare la superficie a disposizione per comunicare altri dati importanti riguardanti la propria azienda o il proprio brand.

Sul fronte, vanno riportate le informazioni principali, mentre sul retro può essere inserito uno slogan o un contenuto particolare che caratterizzi in maniera specifica e originale l’azienda.

Scegliere con cura i fornitori e affidarsi a professionisti del settore

L’ultima e più importante raccomandazione, per ottenere dei biglietti da visita in grado di lasciare il segno, riguarda la scelta dei fornitori. La cosa più sbagliata che si possa fare in questo caso e’ il fai da te. Usare la stampante di casa per i biglietti da visita dà un’immagine povera e poco professionale; non all’altezza del lavoro per il quale ci si propone.

La migliore scelta e’ di affidarsi a professionisti nel settore della stampa come DgPrinter. DgPrinter e’ un centro stampa online che offre un servizio a 360 gradi, personalizzato, conveniente e affidabile. I file, una volta ricevuti, vengono sottoposti a un controllo automatico che verifica la dimensione del documento, la risoluzione, l’eventuale conversione, i margini di sicurezza e la corretta impostazione del lavoro.

Per informazioni:

Una specialistica di DgPrinter e’ che si possono scegliere i tempiu’ di consegna (24-48-72 ore o entro 7 giorni). Tutti i prezzi sono evidenti al momento del preventivo, per permettere a chiunque di fare una scelta consapevole e adatta alle proprie esigenze. Solo una tipografia online, come DgPrinter, dotata delle migliori tecnologie di stampa e’ capace di offrire il meglio e a prezzi decisamente convenienti.

Tel: +39 0442 86315

e-mail: [email protected]

Facebook: https://www.facebook.com/bertellidgprinter

(Immediapress – Adnkronos
Immediapress e’ un servizio di diffusione di comunicati stampa in testo originale redatto direttamente dall’ente che lo emette. Padovanews non e’ responsabile per i contenuti dei comunicati trasmessi.)

Please follow and like us: