Bonus asilo nido e Carta Bimbi: le novità per le famiglie con figli piccoli

Crescere un figlio nel nostro Paese è spesso reso estremamente difficile da costi molto alti, da rette difficilmente sostenibili e dalla mancanza di sgravi fiscali.

Tutto ciò negli ultimi è cambiato grazie all’introduzione di alcune iniziative istituzionali rivolte alle famiglie con dei figli piccoli. Aiuti statali che si premettono l’obiettivo di aiutare le famiglie a sostenere la crescita dei figli.

La più nota e discussa iniziativa è senz’altro il bonus asilo nido 2020 che rappresenta una delle più importanti novità del settore. E’ questo un aiuto riservato alle famiglie con figli piccoli al fine di sostenere le rette degli asili nido, pubblici o privati, e di supportare le famiglie che hanno figli con meno di 3 anni malati gravi.

A quanto ammonta il bonus?

Dal 2020 il bonus asili nido sarà pari a 3.000 Euro per le famiglie a reddito ISEE inferiore ai 25.000 Euro.

2.500 Euro per le famiglie con reddito ISEE compreso tra 25.000 e 40.000 Euro. E di 1500 Euro per le famiglie con un reddito superiore ai 40.000 Euro.

Questo contributo è riconosciuto dall’INPS su base annua ed è conferito per gli undici mesi di iscrizione all’asilo.

Carta Bimbi rinviata al 2021

Un’altra interessante misura per sgravare le spese dalle spalle delle famiglie da redditi medio bassi è senza dubbio la Carta Bimbi che purtroppo è stata prorogata al 2021.

Per quelle famiglie che rientreranno al di sotto di una certa fascia di reddito, che ancora non è stata specificata, verrà assegnata una carta del valore di 400 euro per andare a saldare tutte quelle spese che soverchiano le famiglie con figli piccoli: rette degli asili nido, assunzione di babysitter

Diverse iniziative con uno scopo comune

L’idea di fondo di tutte queste iniziative è arrivare a garantire a tutte le famiglie con redditi bassi un forte sostegno nella crescita dei figli. Poiché la crescita di un figlio, specie quando è piccolo, è davvero molto difficile da sostenere nel nostro Paese.

Si pensi che un asilo nido, in Italia, può richiedere una retta annua di 3.000 o anche 4.000 Euro! Per alcune famiglie una tale spesa è davvero insostenibile.

L’asilo nido è un diritto e le misure come la Carta Bimbi ed il Bonus Asilo Nido, sembrano essere solo un’anticipazione di altre misure che verranno messe in atto nel futuro.

E’ giusto supporre che lo scopo finale dei legislatori sia quello di rendere in futuro il servizio di asilo nido totalmente gratuito.

Le buone misure per le famiglie alimentano anche il mercato del baby sitting

Tutto questo fermento che si sta creando attorno ai sostegni per le famiglie con figli piccoli crea anche nuove speranze per tutte le ragazze che cercano lavoro come baby sitter a Padova, a Milano, a Firenze, a Genova, a Napoli ed un po’ ovunque nel Bel Paese.

Quando la Carta Bimbi sarà definita meglio saranno sicuramente molte le famiglie che potranno permettersi di assumere il servizio di baby sitting grazie a questo contributo.

 

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Bonus asilo nido e Carta Bimbi: le novità per le famiglie con figli piccoli"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


15 + 20 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.