Shoah: Gruppo Zaia, in Veneto legge per preservare ricordo orrori del passato

Venezia, 29 nov. (Adnkronos) – “La consapevolezza di quanto è stato è la base della comprensione del valore della vita umana e, quindi, del rispetto dell’altro. È l’unica via da intraprendere perché gli orrori del passato non si ripetano più. Ed è con questo spirito che presenteremo un Progetto di legge per favorire la conoscenza della Shoah, in modo particolare tra i più giovani, rispettando l’impegno che come componenti della Sesta commissione consiliare avevamo assunto lo scorso gennaio con una Risoluzione”. Ad annunciarlo è Alberto Villanova, Presidente della Commissione consiliare cultura, Consigliere regionale del gruppo Zaia Presidente e primo firmatario del progetto di legge, di imminente presentazione, ‘Iniziative per la conoscenza della Shoà e per il Giorno della memoria’.
“Lo scorso 27 gennaio – ricorda ancora Villanova – avevamo organizzato una seduta speciale della Sesta commissione aperta agli studenti delle scuole in cui avevamo invitato storici ed esponenti delle tre comunità ebraiche venete, quelle di Venezia, Verona e Padova. Una giornata estremamente toccante per i ragazzi e per tutti noi Consiglieri intervenuti. In quell’occasione, tutti i membri della Commissione, in modo trasversale, avevamo presentato una Risoluzione, poi votata dall’Aula consiliare, con cui non solo si denunciava l’antisemitismo e si riconosceva il valore della Memoria, ma ci impegnavamo anche a ripetere per il 27 gennaio 2020 l’esperienza della seduta speciale e a presentare un Pdl, che sarà sottoscritto da tutti i Consiglieri, per promuovere la conoscenza di ciò che è stato”.
“E così abbiamo fatto: per la prima volta produrremo una legge organica sul tema che prevede puntuali iniziative regionali per creare ancora più consapevolezza. Viste le notizie di cronaca di questi giorni, con la scoperta di un partito filonazista pronto a rivendicare idee antisemite, e considerato anche quanto accaduto a Schio con il rifiuto di posizionare le pietre d’inciampo delle vicinanze delle case delle vittime ebree rastrellate, un Pdl diventa quanto più urgente e necessario - spiega – Nel Progetto di legge, quindi, è prevista non solo la ripetizione della seduta speciale con storici e testimoni della Shoah, ma anche l’indizione di un concorso destinato ai ragazzi delle scuole superiori per l’assegnazione di borse di studio e la pubblicazione degli elaborati a carattere letterario, fotografico, musicale o teatrale sul sito del Consiglio regionale, ma anche l’organizzazione di un viaggio della memoria ad Auschwitz o in un altro luogo campo di concentramento e sterminio per consiglieri e ragazzi”, annuncia. “Tutto perché i sopravvissuti al crimine contro l’umanità che la Shoah è stata passino il testimone ai più giovani che potranno così tramandare, a loro volta, la conoscenza. Come disse Hannah Arendt, ‘qualcuno resterà sempre in vita per raccontare’. E questo è il nostro ruolo”, conclude.

(Adnkronos)

Please follow and like us: