Dal Pil alle ore di lavoro perse il costo dei cambiamenti climatici



Roma, 20 nov. – Milioni di ore di lavoro perse, diffusione di malattie, calo nella resa dei raccolti, perdita di vite umane. I cambiamenti climatici costano caro all’Italia sul fronte economico, della produttività, della salute. Quanto? Un crollo della produttività in vari settori che supera il 10%; della resa di colture alimentari di base che va dal 5 a più del 10%; più di 1,7 milioni di ore di lavoro e si prevede che il climate change provocherà un calo del Pil dell’8,5% al 2080.
I costi dei cambiamenti climatici sono contenuti nel rapporto “The Lancet Countdown 2019: Tracking Progress on Health and Climate Change”, presentato oggi a Venezia da Fondazione Cmcc (Centro Euro-Mediterraneo sui Cambiamenti Climatici) e Università Ca’ Foscari.

(Adnkronos)

Be the first to comment on "Dal Pil alle ore di lavoro perse il costo dei cambiamenti climatici"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


due + 6 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.