Ex Ilva sindacati da Conte


Convocazione per Cgil, Cisl e Uil dopo la decisione di ArcelorMittal di recedere dal contratto sottoscritto nel 2018. Proclamate 24 ore di sciopero. Informative di Patuanelli a Camera e Senato
Roma, 7 lug. – (Adnkronos) – I leader di Cgil, Cisl e Uil, a quanto si apprende, sono stati convocati a palazzo Chigi alle 17-17:30. Al centro gli sviluppi della vertenza sugli impianti dell’ e la decisione, ribadita ancora nel vertice con il governo da ArcelorMittal, di recedere dal contratto di affitto sottoscritto nel 2018.
Fim Fiom e Uilm hanno intanto proclamato 24 ore di sciopero per l’intero gruppo ArcelorMittal a partire dalle 7 di venerdì 8 novembre. Le tre sigle si ricompattano così in vista di ore decisive per gli stabilimenti dell’ex gruppo Ilva: per le tute blu di Cgil Cisl e Uil, infatti, è “intollerabile” quanto emerso dal vertice a Palazzo Chigi.
Le condizioni poste dalla multinazionale infatti “sono provocatorie e inaccettabili”, scandiscono ancora i sindacati, che puntano il dito su quelle che giudicano “più gravi e relative alla modifica del Piano ambientale, al ridimensionamento produttivo a 4 milioni di tonnellate e alla richiesta di licenziamento di 5mila lavoratori, oltre alla messa in discussione del ritorno a lavoro dei 2mila attualmente in Amministrazione straordinaria”.
Inoltre, “ci saranno due informative, una alla Camera dei Deputati e una al Senato della Repubblica, in cui spiegherò nei dettagli tutta la verità sulla vicenda ex Ilva” ha fatto sapere il ministro dello Sviluppo Economico, Stefano Patuanelli, in un post su Facebook. “In massima trasparenza e senza strumentalizzazioni, come è giusto che sia”. I due appuntamenti sono, rispettivamente, alle 14 e alle 16:30.

(Adnkronos)

Please follow and like us: