Fare trekking aiuta a stare meglio e a essere più produttivi

Tutti sanno che camminare fa bene al corpo e alla mente e uno dei migliori modi per mantenersi in forma consiste proprio nel praticare escursionismo a piedi, meglio noto come trekking.

Ma perché è così benefico fare due passi su sentieri agresti o di montagna, immersi nella natura incontaminata? Beh, i motivi sono molteplici e ora ve ne illustreremo qualcuno, che molto probabilmente vi farà venire voglia di mettervi un po’ in movimento.

1 – Mantenersi in forma

Come abbiamo già anticipato, camminare aiuta a mantenersi in forma e a tenere sotto controllo i chili sulla bilancia. Questa può sembrare un’informazione scontata ma è bene ricordarla e rimarcarla sempre.

Mantenere un peso forma ideale entro determinati parametri, significa tutelare la propria salute, far funzionare correttamente l’organismo e aumentare le possibilità di vivere meglio e più a lungo.

Per scoprire qual è il proprio peso forma è necessario calcolare l’Indice di Massa Corporea (IMC). Per fare ciò non serve usare chissà quali formule o fare delle operazioni matematiche complesse. È sufficiente annotare il proprio peso, la propria statura e successivamente dividere il peso per il quadrato della statura.

Se il risultato ottenuto è inferiore a 18, questo evidenzia una condizione di sottopeso. Se l’esito è compreso tra 18 e 25, il fisico è normopeso, mentre se il risultato è compreso tra 25 e 30, allora c’è un’evidente condizione di sovrappeso. Superato il valore 30 o siete obesi o siete dei supereroi con una massa muscolare esagerata.

2 – Mens sana in corpore sano

Se a lavoro siete degli stacanovisti e vi impegnate costantemente a raggiungere gli obiettivi professionali prefissati, non trascurate la cura del vostro corpo. Il trekking è un toccasana non solo per mantenere una buona forma fisica ma anche per far funzionare meglio il cervello.

Importanti studi scientifici hanno constatato che le performance mentali di chi vive e lavora in città, costantemente sotto pressione dei massacranti ritmi quotidiani, sono meno soddisfacenti di chi invece vive o passa periodi più o meno lunghi immerso nella natura.

Perciò è necessario ritagliarsi (in base alle proprie possibilità) del tempo da dedicare quotidianamente a una bella camminata corroborante in uno spazio verde.

Sperimentate questo metodo e constatate voi stessi i benefici di una rilassante passeggiata al parco o fuori città.

3 – Shinrin-yoku

Lo Shinrin-yoku che tradotto dal giapponese significa letteralmente “trarre giovamento dall’atmosfera della foresta” o “bagno nella foresta”, è un’antica forma di terapia della medicina tradizionale nipponica.

In pratica consiste nell’effettuare delle lunghe passeggiate nei boschi o spazi verdi, respirando a pieni polmoni la natura circostante. Ciò aiuterebbe l’organismo a: purificarsi dalle tossine dello stress, rafforzare le proprie difese immunitarie, normalizzare la frequenza cardiaca, ridurre la pressione arteriosa, ridurre il cortisolo, liberare la mente dai pensieri negativi.

4 – Forza e creatività

Camminare aiuta a sviluppare endorfina ovvero l’ormone della felicità. Ciò porta a sentirsi più forti e più sicuri di sé, a stabilizzare l’umore, a diminuire gli stati d’ansia e a prevenire la depressione.

Inoltre uno studio della Stanford University ha dimostrato che passeggiare migliora esponenzialmente il pensiero creativo. Non importa che si cammini in città, al mare, in campagna o in montagna, in quanto è l’atto in sé del camminare che stimola il potenziale mentale.

5 – Esplorare e conoscere

Fare trekking è un po’ come viaggiare, vi da la possibilità di esplorare nuovi posti e di conoscere nuove persone che come voi amano camminare all’aria aperta. Per questo è importante organizzare di tanto in tanto degli itinerari che ancora non avete praticato; più varierete i percorsi e più stimolerete il corpo e la mente a fare nuove esperienze.

6 – Cambiare punto di vista

Camminare, stimola il cervello a guardare le cose da una o più prospettive differenti da quella a cui siamo abituati. Spesso, all’inizio di una passeggiata, un problema che ci affligge può apparire grosso come una montagna, ma durante il percorso, magicamente, la mente diventa più elastica e iniziamo ad analizzare la questione da un altro punto di vista.

A fine camminata, potremmo aver trovato una soluzione che inizialmente non avevamo preso per niente in considerazione.

Suggerimenti utili

Se vi è venuta voglia di cominciare a praticare del sano trekking, da soli o in compagnia, vi consigliamo di comprare delle scarpe adatte allo scopo. Optate per delle calzature comode e idonee a calpestare qualsiasi tipo di terreno.

Online è possibile trovare una vasta gamma di modelli da trekking, c’è solo l’imbarazzo della scelta. Valutate bene le caratteristiche di ogni prodotto e leggete le opinioni dei consumatori. Ciò vi aiuterà a orientare meglio il vostro acquisto e a trovare le calzature più adatte alle vostre esigenze.

Buona camminata!

 

Be the first to comment on "Fare trekking aiuta a stare meglio e a essere più produttivi"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


14 − 12 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.