Sanità: Speranza, ‘evitare sprechi ma non demonizzare spesa’

Roma, 22 ott. (Adnkronos Salute) – “Credo che bisogna avere rigore ed evitare gli sprechi, ma quando si parla di sanità non si parla solo di costi o spese. I soldi sulla salute sono un investimento straordinario sulla vita delle persone”. Lo ha detto il ministro della Salute, Roberto Speranza, intervenendo questa mattina a Radio24. “C’è stato un lavoro molto significativo in questi anni sui costi standard – ha ricordato il ministro – Non ci sto all’idea che quando si parla di sanità si parli solo di costi e spesa, le risorse sulla salute sono un investimento. Attenzione a buttare il bambino con l’acqua sporca: va bene avere rigore ed evitare gli spechi, ma questo non significhi demonizzare una fetta importante della spesa pubblica”.
Ci sono “Paesi in cui, se stai male, o tiri fuori la carta di credito oppure non ti curi – ha aggiunto – Io sono orgoglioso” dell’idea che da noi, se una persona sta male, “ha diritto ad essere curato”. Quanto alle misure previste in Manovra, Speranza sottolinea che, “oltre ad evitare l’aumento dell’Iva, abbiamo investito in tre aree di matrice sociale con la riduzione cuneo fiscale, l’abolizione del superticket e misure a sostegno della famiglia. Il superticket – ha proseguito – incide sulla vita delle persone, e dal 1 settembre non ci sarà più”. Quando un cittadino non si cura per motivi economici “è una sconfitta per lo Stato”.

(Adnkronos)

Be the first to comment on "Sanità: Speranza, ‘evitare sprechi ma non demonizzare spesa’"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


5 × due =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.