L. elettorale: Ciambetti (Veneto), ‘depositata in Cassazione proposta referendum

Venezia, 30 set. (AdnKronos) – “Questa mattina, con il Vicepresidente del Senato Roberto Calderoli e i colleghi degli altri sette Consigli regionali che hanno approvato la medesima richiesta, abbiamo consegnato a Roma, presso la Corte di Cassazione, la proposta di referendum in materia elettorale”. Sono le parole del Presidente del Consiglio regionale del Veneto Roberto Ciambetti e del Consigliere regionale Alessandro Montagnoli (Lega), Presidente della Prima Commissione permanente dell’Assemblea legislativa veneta, che oggi hanno depositato in Cassazione il quesito contenuto nella Proposta di Deliberazione Amministrativa n. 106, approvata mercoledì dall’Aula, con il quesito referendario per l’abrogazione delle disposizioni del sistema elettorale della Camera e del Senato relative all’attribuzione dei seggi in collegi plurinominali con il sistema proporzionale.
Con loro, i rappresentanti dei Consigli regionali di Lombardia, Friuli Venezia Giulia, Piemonte, Liguria, Abruzzo, Basilicata e Sardegna. La proposta è stata fatta ai sensi dell’articolo 75 della Costituzione il quale prevede che l’iniziativa referendaria spetti anche alle Regioni.
“È il primo passo per restituire la voce ai cittadini italiani ai quali sarà chiesto di decidere su una questione semplice e fondamentale: i nostri rappresentanti al Parlamento nazionale devono essere scelti con gli alambicchi e le manovre di corridoio oppure con il sistema maggioritario che consente di conoscere subito il vincitore delle elezioni e il nome di chi ci governa? Noi crediamo che gli italiani abbiano il diritto di non essere più governati da maggioranze come quella attuale, frutto di alchimie da laboratorio. La ricetta giusta è il maggioritario: dobbiamo sapere subito chi vince e chi perde, e il giorno dopo chi governa e chi va all’opposizione”, sottolineano.

(Adnkronos)

Please follow and like us: