Enel: belluno, riapre al pubblico la storica centrale di soverzene (2)

(AdnKronos) – Il programma prevede l’apertura dell’impianto dalle ore 10:00 alle ore 17:00, con ingresso gratuito e libero: per un giorno la centrale si trasformerà in una sorta di piazza, coinvolgendo attivamente chi vive sul territorio: imprenditori locali con le eccellenze dell’enogastronomia e dell’artigianato, e ancora giochi, laboratori e diversi altri momenti di animazione per famiglie e bambini. L’impianto “verde” diventerà così un vero e proprio luogo di incontro, socializzazione, formazione e divertimento. Il tutto all’insegna della sostenibilità. Sarà possibile scoprire come nasce l’energia rinnovabile e il suo percorso e l’impegno che caratterizza l’’attività di Enel Green Power, in chiave sostenibile ed ecologica ambientale nel territorio in cui opera.
Non ultimo sarà possibile visitare l’antico Mulino dei Savi: risalente ai primi dell’800, negli anni ’90 è stato oggetto di un attento intervento di recupero da parte dell’Enel, che ha riportato alla luce l’antico splendore dell’involucro edilizio e del sistema di meccanismi che consentivano la macinazione dei cereali. Il Mulino dei Savi rappresentò la prima forma di utilizzo delle acque del torrente Val Pora.
La centrale di Soverzene con i suoi 210 Megawatt di potenza installata è la più importante centrale idroelettrica del Veneto. Produce energia a ‘zero emissioni’, sufficiente al fabbisogno annuo di oltre 200.000 famiglie, valorizzando l’energia del sistema fluviale dell’Alto Piave, del Boite e del Maè in Cadore. Le acque che alimentano la centrale vengono integralmente restituite nell’alveo del Piave subito a valle della centrale.

(Adnkronos)