Ricerca: scoperto biberon preistorico con tracce di latte

Roma, 26 set. (AdnKronos Salute) – Scoperte tracce di latte in alcuni biberon preistorici. Piccoli vasi dotati di beccuccio, trovati in tombe dell’Età del bronzo e dell’Età del ferro in Baviera, secondo i ricercatori dell’University of Bristol (GB) erano usati per nutrire con latte animale neonati e bambini piccoli. Le analisi di questi manufatti, descritti su ‘Nature’, fanno luce sulle pratiche di svezzamento di gruppi umani preistorici.
I primi vasi di ceramica con beccucci attraverso i quali si poteva versare del liquido risalgono al Neolitico, più di 5.000 anni fa. È stato ipotizzato che fossero utilizzati per nutrire i neonati, ma finora era stato difficile determinare cosa potrebbero aver contenuto. Il team di Julie Dunne ha esaminato dei contenitori trovati in Baviera; due da un complesso cimiteriale della prima Età del Ferro datato tra l’800 e il 450 a.C.; e uno da una necropoli della tarda Età del Bronzo, tra il 1200 e l’800 a.C. Gli oggetti sono stati scoperti accanto a bambini di 0-6 anni.
Gli autori hanno analizzato i residui lipidici scoperti nei vasi, identificando acidi grassi presenti in alimenti animali, incluso il latte fresco. Due biberon sembrano essere stati utilizzati per contenere il latte di ruminanti, mentre un altro presentava residui di latte misto, forse di maiale o umano. Questi risultati forniscono la prova del fatto che questo vasellame veniva utilizzato per allattare i neonati durante lo svezzamento.

(Adnkronos)

Be the first to comment on "Ricerca: scoperto biberon preistorico con tracce di latte"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


4 + otto =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.