Il solito dilemma sulle automobili: compro un nuovo o un usato?

Quando la cara vecchia berlina che abita il nostro garage ormai da anni e anni è ormai agli ultimi, eccoci a valutare se non sia ora di mandarla in pensione ed acquistare una nuova automobile. L’amara questione che salta sempre fuori è se sia meglio comprare l’auto nuova di zecca dal concessionario o se invece non sia più conveniente cercare un usato d’occasione.

Quando poniamo questa domanda agli amici i pareri si sprecano davvero: si tratta infatti di una questione su cui i pareri sono sempre molto discordanti. Il partito del nuovo non fa che sottolineare che usato è potenzialmente sinonimo di “fregatura”, mentre chi è del partito dell’usato spinge sul fatto che appena uscita dal concessionario l’auto è subito svalutata alla metà. Dove sta la verità? Cerchiamo di riflettere bene sul dilemma per capire che cosa fare.

Usato o nuovo questo è il problema

La verità è che ci sono vantaggi e svantaggi in entrambi i casi. Per valutare quale sia la migliore situazione in base al caso va fatta una riflessione sul tipo di auto che si vuole, sulle proprie esigenze e soprattutto sul budget. È in questo ultimo punto in particolare concentra la questione. Se non avete alcun problema di budget e spendere 2-5-10 mila in più o in meno non fa differenza allora sì, forse conviene comprare un’auto nuova: crepi l’avarizia.

Se tuttavia il budget è limitato o se molto semplicemente non vi piace spendere di più quando non è necessario allora dovreste sinceramente pensare all’acquisto di un usato. Se per una berlina di bassa fascia la differenza è limitata, per comprare brand più prestigiosi come BMW usate o Audi usate il risparmio invece si fa sentire eccome.

L’unica cosa è rivolgersi a un rivenditore di fiducia che fornisce mezzi controllati e sicuri, che operi in modo trasparente: l’importante sull’usato non sono tanto le condizioni del mezzo, ma che tali condizioni siano dichiarate.

Pro e contro di un caso e dell’altro

Uno dei grandi pro dell’acquistare auto usate, come si è già capito, è il prezzo vantaggioso. I costi sono decisamente più bassi e la svalutazione di fatto è più lenta. Il primo proprietario (supponendo che un paio d’anni l’abbia tenuta), infatti, ha già assorbito l’effetto del deprezzamento. In alcuni casi inoltre l’auto potrebbe essere ancora in garanzia! Il fatto di comprare un’auto usata a prezzo minore consente a molti di aumentare il segmento d’acquisto: se nel nuovo possiamo permetterci solo un veicolo di fascia bassa, con l’usato si può prendere qualcosa di meglio.

Vantaggi come finanziamenti e assistenza a lungo termine oggi ci sono anche sull’usato. L’assicurazione dell’auto usata costa meno. Ultima cosa, da non sottovalutare, è la tranquillità di avere un veicolo di seconda mano: un graffio, una piccola ammaccatura, qualche macchia fatti su una macchina usata pensano meno. È chiaro che un’auto usata ha un’incognita per quanto riguarda le condizioni “di salute” soprattutto se il rivenditore non è affidabile. Infine è chiaro che l’usato è quello che c’è: non si può scegliere finitura, non ci sono tutti i colori disponibili sempre etc.

L’auto nuova esce dalla fabbrica quindi è sicuramente a posto. Se così non fosse il rivenditore ne risponde. Un mezzo fresco di fabbrica consuma un po’meno di solito. A fronte di questo è chiaro che i costi sono elevati anche se il valore del mezzo appena usciti dal concessionario vengono ridotti. Optional eventuali non fanno aumentare il valore dell’auto quindi anche se spendi per metterli, una volta che l’auto è “usata” non avranno alcun valore.

Please follow and like us:

Be the first to comment on "Il solito dilemma sulle automobili: compro un nuovo o un usato?"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


cinque × due =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.