Venezia: 4 kg di marijuana in casa, tre stranieri in manette

Venezia, 17 set. (AdnKronos) – Nella mattinata di ieri, i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Mestre, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per detenzione di stupefacenti ai fini di spaccio, un gruppo di stranieri domiciliati a Mestre. Si tratta di tre rifugiati con protezione sussidiaria e umanitaria, provenienti dal centro-Africa, due dei quali con precedenti specifici commessi a Mestre. Era da diversi giorni che i Carabinieri stavano monitorando i movimenti dei tre stranieri orbitanti nella zona del parco della “Bissuola” e del centro di Mestre, in particolare nel quartiere Piave. Osservazioni e pedinamenti hanno consentito di individuare pochi giorni fa la base dei tre pusher, un appartamento situato al primo piano di Via Vallon a Mestre.
Ieri mattina è scattato il blitz. Alle 9 circa i Carabinieri si sono presentati davanti alla porta dell’appartamento e dopo aver cinturato l’area circostante, hanno fatto irruzione. I tre complici sono stati sorpresi all’interno della casa e uno di loro, ha anche tentato invano di fuggire sporgendosi dalla finestra della sua camera da letto e spintonando uno dei carabinieri, per fortuna senza conseguenze. All’interno dei locali sono stati rinvenuti, anche grazie all’ausilio delle unità cinofile della Polizia Locale di Venezia, oltre quattro chilogrammi di marijuana, parte dei quali confezionati opportunamente e conservati in un trolley di grandi dimensioni. I sensibilissimi nasi a “tartufo” dei cani antidroga hanno subito fiutato – in un grosso armadio di una delle tre camere da letto – lo stupefacente nascosto.

(Adnkronos)

Please follow and like us: