Lecce punta coltello a gola moglie che ha appena partorito

L’ha poi trascinata sul balcone dell’ospedale di Tricase e ha cercato di buttarla giù. Il 36enne è finito in manette

Roma, 31 ago. (AdnKronos) – Nel pieno dell’ennesima discussione ha prima minacciato la compagna puntandole una lama da 15 centimetri alla gola, trascinandola poi sul balcone dell’ospedale tentando di buttarla giù. E’ successo questa mattina nel reparto di Ostetricia e Ginecologia, al quinto piano del ‘Cardinale Panico’ di Tricase, in provincia di Lecce, dove la donna aveva partorito due giorni prima. A scongiurare il peggio l’intervento dei carabinieri che hanno convinto il 36enne Khalid, italiano di origini marocchine, residente in provincia di Crotone ma domiciliato di fatto a Otranto, a consegnare l’arma. E’ stato immobilizzato e ammanettato quando, tenendo le mani ancora strette intorno al collo della donna, una italiana di 41 anni, ha provato a riuscire con lei in terrazzo. Arrestato in flagranza, deve rispondere di sequestro di persona aggravato, minaccia aggravata e resistenza a pubblico ufficiale. All’origine del gesto folle i continui dissidi familiari.

(Adnkronos)