Big d’Europa: spagnole spendaccione, inglesi e PSG attendiste, Bayern all’attacco

Non poteva esserci inizio di calciomercato più frizzante in Spagna, dove le tre super potenze iberiche si sono sbizzarrite nella prima metà della finestra estiva. Una battaglia a tre senza esclusione di colpi da parte di Real Madrid, Atletico Madrid e Barcellona (in rigoroso ordine di spesa), che sta monopolizzando il mercato europeo. L’impressione è che i tre club spagnoli abbiano ancora altre cartine da sparare. Più sparagnine, per quanto possa essere possibile le inglesi, così come il PSG e la Juventus, mentre il Bayern ha già superato quota 100 milioni, ma dovrà mettere a segno ancora un altro colpo da novanta.

Come detto è il Real a guidare la classifica del mercato, con oltre 300 milioni spesi. Le merengues devono rialzarsi dopo una stagione disastrosa e Florentino Perez non ha badato a spese. Sono arrivati Eden Hazard per 100 milioni dal Chelsea, Luka Jovic per 60 milioni dall’Eintracht Francoforte, Eder Militao per 50 milioni dal Porto, Ferland Mendy per 48 milioni dal Lione e il giovanissimo Rodrygo per 45 milioni dal Santos. E la spesa è destinata a continuare, perché le cronache parlano di un Real interessato anche a Neymar, per la quale trattativa potrebbe essere inserito oramai l’indesiderato Gareth Bale, e soprattutto Paul Pogba.

Al secondo posto ci sono i cugini dell’Atletico Madrid, che mai come quest’anno sembrano intenzionati a mettere i bastoni fra le ruote alle due super potenze della Liga. I colchoneros non si sono persi d’animo dopo aver visto partire Griezmann alla volta di Barcellona. Dal Benfica è infatti arrivata la stellina di 19 anni Joao Felix per 126 milioni. Una cifra astronomica per un ragazzo di quest’età, per il quale si è puntato più sulle potenzialità che per quanto fatto vedere fin qui nella brevissima carriera. Assieme al portoghese sono arrivati due difensori centrali come Hermoso e Felipe che nello scacchiere di Simeone dovrebbero rimpiazzare Godin ed Hernandez. Non da sottovalutare nemmeno l’arrivo di Trippier sulla destra, di Lodi a sinistra e dei centrocampisti Llorente ed Hector Herrera.

Non è rimasto ovviamente a vedere il Barcellona, che per ora si attesta su una spesa di 237 milioni. L’all-in i blaugrana l’hanno fatto con Antoine Griezmann prelevato per 120 milioni dall’Atletico Madrid, che però di milioni ne esige 200, in attesa che si esprimano gli organi competenti in materia. L’arrivo del campione del mondo è probabilmente il segno che Neymar non tornerà al Camp Nou. L’altro colpaccio è stato piazzato a centrocampo, con l’acquisto di Frenkie de Jong per 75 milioni dall’Ajax. I catalani hanno però venduto anche bene, ottenendo oltre 100 milioni che potranno tornare utili per mettere sotto contratto altri tasselli per Valverde.

Niente fuochi d’artificio, per ora, in Inghilterra, dove solo il City si è avvicinato a quota 100 milioni (70 milioni per Rodri). Alle spalle dei citizens c’è addirittura il Leicester, che ha investito quasi 80 milioni solo per la coppia Tielemans e Ayoze Perez. All’appello mancano i campioni d’Europa del Liverpool e il Manchester United, che pare pronto a dire addio a Pogba e ad abbracciare Milinkovic-Savic dalla Lazio e Harry Maguire, rendendolo il difensore più pagato nella storia (affare da oltre 100 milioni coi bonus) come spiega il sito Calciomercato.com.

In Germania si sono date molto da fare Bayern Monaco e Borussia Dortmund. I bavaresi hanno puntato forte sui campioni del mondo Lucas Hernandez, strappato all’Atletico Madrid per 80 milioni, e Benjamin Pavard, 35 milioni dallo Stoccarda. Manca però ancora uno, se non due, colpi in avanti, dove gli addii di Ribery e Robben dovranno essere rimpiazzati a dovere. Ha speso ancora di più il Borussia (127 milioni in totale) per riprendersi Hummels dal Bayern per 30 milioni e rinforzarsi col fratello di Hazard e Brandt, tra i più promettenti della Bundesliga, oltre che col terzino Schulz e la conferma di Paco Alcacer dal Barcellona.

Molto poco attivo il PSG, che ha venduto tanto (72 milioni) e acquistato non giocatori di prima grandezza (Diallo e Sarabia). Tutto sembra girare attorno a Neymar. Il futuro del brasiliano darà un chiaro indirizzo al mercato dei parigini.

Chiusura con la Juventus, che finora s’è mossa tanto sul mercato degli svincolati (Buffon, Ramsey e Rabiot) e ha messo a segno il colpo più importante in difesa con gli 86 milioni spesi per Matthijs de Ligt. Manca però la ciliegina sulla torta che potrebbe essere Mauro Icardi, se la Vecchia Signora, che pare avere già un’intesa di massima con Wanda Nara, riuscirà a convincere l’Inter. A un mese esatto dall’inizio della Serie A, i bianconeri sono sempre i super favoriti per lo scudetto. Betway, il sito di scommesse sul calcio online, quota il successo della Juve a 1.50, mentre Inter a 6.00 e Napoli a 7.00 arrivano molto dietro (quote al 24 luglio 2019).

Be the first to comment on "Big d’Europa: spagnole spendaccione, inglesi e PSG attendiste, Bayern all’attacco"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


due × tre =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.