Pronta intesa per nuova Car-T Novartis, si aspetta ok da Cda Aifa

Roma, 5 ago. (AdnKronos Salute) – Si potrebbe sbloccare già in settimana il percorso per l’arrivo in Italia delle terapie Car-T. Sarebbe infatti pronto l’accordo tra Aifa e Novartis sulla nuova terapia che ‘arma’ le cellule del sistema immunitario del paziente, un approccio che sembra destinato a cambiare il trattamento di tumori del sangue finora senza cura. In Italia potrebbero beneficiare delle Car-T circa 400 adulti e una quarantina di bambini l’anno, secondo le stime degli specialisti. Ebbene, a quanto apprende l’Adnkronos Salute, il Comitato prezzi e rimborsi (Cpr) e la Commissione tecnico-scientifica (Cts) di Aifa sono giunti all’intesa sul prezzo di tisagenlecleucel (Kymriah*). Un accordo basato sul modello del payment by result – come aveva anticipato il dg Aifa Luca Li Bassi – che ora deve essere ratificato dal Cda dell’Agenzia, rinnovato proprio oggi, anche se con alcuni nomi ‘pro tempore’.
“In questo modo – sottolinea in una nota lo stesso ministero della Salute – già questa settimana potrà riprendere la regolare attività dell’Agenzia, tra cui l’approvazione di alcune delibere necessarie per l’immissione di nuovi farmaci importanti per la salute dei pazienti”. Il “Comitato Prezzi e Rimborsi dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa) – aveva detto il ministro Giulia Grillo, intervenendo a luglio all’assemblea pubblica di Farmindustria – sta trattando il nodo della rimborsabiltà dei due trattamenti con le Car-T”, oltre a quello di Novartis c’è anche la terapia di Gilead. “In un caso mi dicono che il confronto è stato molto proficuo; nell’altro no”.
Nella stessa occasione il direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco, Li Bassi, aveva fatto sapere che la remunerazione – si parla di circa 300 mila euro a paziente – si sarebbe basata sui “risultati che la terapia raggiunge sul singolo malato”. Entrerà in gioco il Fondo speciale per gli innovativi oncologici, che per queste nuove terapie stanzia 500 milioni l’anno.

(Adnkronos)

Be the first to comment on "Pronta intesa per nuova Car-T Novartis, si aspetta ok da Cda Aifa"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


14 + 17 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.