Conte: “Savoini era a Mosca con Salvini”

E’ quanto ha detto il premier in Aula al Senato, precisando che non è e non era “consulente del governo”. Il tesoriere della Lega all’Adnkronos: “No spese a carico del partito”. I 5 Stelle abbandonano il Senato per protesta

Roma, 24 lug. (AdnKronos) – “Il signor non riveste e non ha rivestito incarichi formali in qualità di consulente esperto di questo governo”. Così il premier Giuseppe Conte in Aula al Senato. “Risulta presente in una missione ufficiale a Mosca del 15-16 luglio 2018 a seguito del vicepremier Salvini”. “La partecipazione di Savoini al Forum Italia Russia ha comportato l’automatico invito alla cena” a Villa Taverna” aggiunge, poi. L’invito di Savoini “era stata sollecitata dal signor D’Amico”.

“Non abbiamo sostenuto nessuna spesa” dice all’Adnkronos Giulio Centemero, tesoriere della Lega, rispondendo a chi gli chiede se il partito si sia fatto carico di eventuali spese di aereo e di soggiorno per facilitare i viaggi a Mosca di Gianluca Savoini, l’ex portavoce di Matteo Salvini e presidente dell’associazione Lombardia-Russia, finito al centro dell’affaire Metropol. Su questo Centemero taglia corto: “No, non abbiamo sostenuto nessuna spesa”.

(Adnkronos)