La nuova Inter di Conte: chi arriva, chi parte e chi resta

Il calciomercato ha avuto ufficialmente inizio ed insieme a questo sono iniziate a farsi largo le voci che alimentano sogni, fantasie e speranze dei tifosi interisti.
D’altra parte, la fortuna del calciomercato estivo è esattamente questa: è come una sorta di campionato a sé, dove il verdetto del campo ancora non può esistere ed a vincere è la società che fa meglio sognare i propri tifosi di avere una squadra stellare.
Per il momento, i giorni sembrano passare abbastanza tranquillamente in casa nerazzurra, almeno per quanto riguarda, appunto, il calciomercato che per il momento è ancora in una situazione di studio.
Infatti, in seguito all’arrivo di Antonio Conte sulla panchina dell’Inter, sono stati tanti i nomi dei calciatori accostati ai nerazzurri dalla stampa, i quali si sono poi rivelati assolutamente realistici dal momento che sono stati accostati alle ambizioni di una società che di fare la parte della spettatrice proprio non ne ha più voglia.
Ecco che quindi, l’Inter è ancora in fase di studio, come dicevamo, pronta a fare la sua prossima mossa sulla scacchiera del calciomercato estivo dove Beppe Marotta è chiamato a fare quello che per cui è stato portato a Milano da Zhang: rivoluzionare tutto.

Nel frattempo, cerchiamo di fare un quadro generale sui vari movimenti di mercato della squadra nerazzurra, comprese di voci che nelle ultime ore sono circolate nell’ambiente interista. Per comodità, dividiamo la squadra in reparti.

La situazione della difesa

Il principale nome in entrata della difesa nerazzurra è già stato reso ufficiale e presentato alla stampa. Stiamo parlando di Diego Godin al quale è stato affidato il ruolo di ministro della difesa del nuovo governo Conte. Con lui, il reparto centrali, che del resto era non necessitava di particolari rinforzi, è praticamente al completo.
Tra i vari nomi di eventuali rinforzi in entrata nelle ultime ore si è fatto piuttosto caldo quello di Matteo Darmian, pallino del tecnico leccese che Conte ha più volte cercato già quando era al timone della Juventus e che potrebbe finalmente allenare.
In partenza, invece, Bastoni il quale nonostante sia appena rientrato dovrebbe nuovamente far le valigie direzione Sampdoria. Già partiti anche esuberi come Cedric e Soares ed anche Vrsaliko.
Anche Dalbert sembra avere già le valigie pronte, molto probabilmente verso la Ligue 1.
Con D’Ambrosio che scala a prima riserva dei centrali, e il tanto vituperato ma sempre utile Ranocchia, anche per Miranda potrebbe arrivare presto il tempo dei saluti.

La situazione a centrocampo

In questo reparto, l’operazione che ha portato Sensi a vestire la maglia nerazzurra è da intendere come un vero e proprio timbro-Conte. L’idea dell’ex allenatore di Juventus, Chelsea e ct della Nazionale italiana è quella di fare dell’ex trequartista del Sassuolo il nuovo regista dell’Inter. Un’operazione che somiglia molto a quella che Mazzone fece con Pirlo e, con le dovute proporzioni, il risultato potrebbe essere altrettanto buono.
Un arrivo che sembrerebbe essere quasi certo è quello di Barella che potrebbe andare a completare un duo che potrebbe mettere le tende anche in maglia azzurra per diversi anni.
Per quanto riguarda Agoume, invece, il giovane è da considerare come un investimento per la squadra il quale non mancherà di essere gettato nella mischia da mister Conte.
Relativamente agli addii, invece, potrebbe già fare le valigie Radja Nainggolan. L’ex romanista, accolto come un idolo lo scorso anno, non rientrerebbe a pieno nel progetto Conte oltre a non convincerlo sul piano disciplinare, un punto fondamentale per il tecnico pugliese.
Anche Borja Valero sembrerebbe pronto all’addio: troppo vecchio e poco dinamico per le esigenze della futura Inter. Lo spagnolo potrebbe fare ritorno a Firenze oppure provare l’esperienza della Major League americana. Non vuole invece saperne di muoversi da Milano Joao Mario, che però ha ingaggio alto e non troppe pretendenti.

La situazione in attacco

Il dilemma che animerà i prossimi giorni o le prossime settimane sarà principalmente uno: Dzeko o Lukaku?
Il giocatore bosniaco sembrava ad un passo dal vestire la maglia nerazzurra, era stato espressamente richiesto da Conte ed è certamente una soluzione più praticabile rispetto al belga, il quale però adesso sembra passato in testa. Questo perché il Manchester United sembrerebbe aver aperto uno spiraglio nei confronti dell’Inter quando la società ha smesso di proporre Icardi come contropartita. Il prezzo resta la questione principale della trattativa.
Per quanto riguarda le partenze si è conclusa l’esperienza nerazzurra di Keita il quale è tornato al Monaco che nel frattempo ha evitato in extremis la retrocessione in Ligue 2.
Inutile sottolineare, però, che il nome più d’attualità in questo calciomercato interista resta ovviamente quello di Mauro Icardi, legato strettamente a Wanda Nara, moglie e procuratrice, un ruolo non semplice come letto su l’insider.
Quella di Mauro Icardi, Wanda Nara e l’Inter sembra essere una telenovela infinita.
Da uomo-squadra a ribelle ed esubero, il due volte capocannoniere della Serie A si trova al centro di una situazione che non sarà facile da risolvere. Per lui si sta facendo avanti soprattutto il Napoli e sembrerebbe toccare a De Laurentiis convincere prima l’Inter e poi Wanda Nara.
L’agente di Icardi è però già in contatto da tempo con la Juventus con la quale sembrerebbe esserci già un’intesa. I bianconeri prima di affondare il colpo devono però cedere Mandzukic e Higuain e soprattutto per quest’ultimo l’impresa non è agevole.

Please follow and like us:

Be the first to comment on "La nuova Inter di Conte: chi arriva, chi parte e chi resta"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


sette + 3 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.