Alan Kurdi verso Lampedusa: Viminale vieta l’ingresso

Migranti

La ong Sea-Eye dopo aver salvato 65 persone: “Non ci facciamo intimidire, ci dirigiamo verso il porto sicuro più vicino”. Fonti del ministero dell’Interno: “Gdf ha notificato divieto di ingresso, transito e sosta nelle acque territoriali italiane”. Mediterranea insiste: per veliero Alex “Lampedusa unico porto sicuro”. E chiariscono: “Non abbiamo rifiutato Malta e non cerchiamo impunità”

Roma, 6 lug. (AdnKronos) – Una motovedetta della Guardia di Finanza ha notificato al comandante della Alan Kurdi il divieto di ingresso, transito e sosta nelle acque territoriali italiane. Lo fanno sapere fonti del Viminale”.
Qualche ora fa in un post su Facebook la ong Sea-Eye aveva fatto sapere che, , la nave Alan Kurdi stava navigando “verso Lampedusa”. “Non ci facciamo intimidire da un ministro dell‘interno, piuttosto ci dirigiamo verso il porto sicuro più vicino – conclude Sea Eye – La legge del mare dovrebbe essere applicata sempre, anche se un rappresentante del governo si rifiuta di seguirla”.”Abbiamo urgentemente bisogno di un porto sicuro”, sottolinea con un tweet Sea Eye. “Stiamo aspettando in acque internazionali al largo dell’isola di Lampedusa -aggiunge – La guardia di finanza è venuta di persona per consegnare il decreto di Salvini: il porto è chiuso”. Poi afferma: “In Germania oltre 70 città sono disposte ad accogliere le persone soccorse”.

(Adnkronos)

Be the first to comment on "Alan Kurdi verso Lampedusa: Viminale vieta l’ingresso"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


2 × tre =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.