Il mio piccolo e-commerce VS il gigante Amazon investimento furbo o rischio reale

Foggia, 3 luglio 2019 – Foggia, 3 luglio 2019 – Il web e’ una realtà che ha rivoluzionato il sistema finanziario e quello degli acquisti, dato che basta una linea Internet e un computer per poter fare shopping on-line accedendo a centinaia di migliaia di prodotti, dagli oggetti di uso quotidiano a quelli per il lavoro, dai servizi aziendali alle consulenze. Il mondo digitale ha cambiato anche le prospettive delle singole imprese. Infatti, negli ultimi anni, si continua a parlare dell’importanza della vendita online e di come questa possa influenzare il successo di un’azienda.

Il termine e-commerce compare spesso per identificare un nuovo modo di fare acquisti. Ma cos’e’ un e-commerce? Quali sono i vantaggi per un’impresa nel poter investire in tale sistema digitale? In questa guida andremo a considerare i singoli aspetti in modo da permettere di valutare quanto sia influente lo shopping digitale nel mondo moderno.

Cos’e’ un e-commerce: il sistema del mercato virtuale

Con e-commerce si indica una particolare tipologia di sito Internet nel quale e’ possibile effettuare acquisti di prodotti di qualsiasi genere. Il sistema e’ semplice, dato che una volta che si entra sul portale sarà presente una forma di mercato virtuale con diverse categorie di oggetti, beni e servizi, con singole schede che descrivono le caratteristiche e il prezzo di ogni prodotto.

Si potrà, in questo modo, fare shopping pagando comodamente online o al momento della ricezione della merce (direttamente in contrassegno).

L’acquisto sugli e-commerce ha creato quindi un nuovo sistema di vendita e acquisto, il tutto tramite il web.

Alcuni dati sugli e-commerce in Italia: il Made in Italy, una prospettiva di sviluppo

Ma perché vi e’ tanto interesse verso il settore degli e-commerce, in particolare in Italia? Se si esaminano le ultime stime degli italiani che utilizzano Internet quotidianamente, i numeri appaiono alquanto impressionanti. Sono infatti più di 4,3 miliardi le persone che ogni giorno possono accedere ai siti web e che effettuano una ricerca o visitano un e-commerce. Di queste, più della metà, quotidianamente, o almeno una volta al mese, effettua acquisti online.

Le prospettive per il futuro sono positive, dato che si stima che il numero di consumatori digitali aumenterà ogni anno. Le motivazioni che sono alle spalle di una tale realtà sono diverse: basti considerare l’impiego che si fa in maniera costante degli smartphone, tra i principali strumenti per accedere a Internet e fare acquisti.

Inoltre, gli e-commerce sono molto utili per risparmiare tempo nel fare shopping, dato che sono presenti moltissime offerte sul web e siti di comparazione che permettono di evidenziare i prodotti a cui si e’ interessati in modo veloce ma soprattutto a un prezzo conveniente.

La merce arriva direttamente a casa, con un pagamento sicuro oppure in contrassegno. In caso di danni sarà possibile sostituirla.

Tutti questi fattori hanno portato un netto incremento degli acquisti online non solo di prodotti di nicchia ma anche di uso quotidiano, rendendo l’impiego degli e-commerce una realtà quasi indispensabile.

Perché aprire un e-commerce: investimento vantaggioso?

Come si evince dai dati, aprire un e-commerce potrebbe essere un ottimo investimento per l’azienda, portando il sistema di vendite verso la crescita. Di seguito elenchiamo alcuni dei vantaggi più significativi:

• riduzione dei costi di gestione e personale: in primo luogo la creazione di un e-commerce può portare a una riduzione dei costi fissi che vengono dimezzati, dato che, per esempio, non sarà necessario avere rivenditori porta a porta, locali ampiu’ per mantenere la merce e un corposo personale;

• visibilità dell’azienda e ampliamento dei clienti: grazie all’impiego in maniera attenta del web, si potrà ottenere una visibilità maggiore dell’azienda, con la possibilità di accedere a un numero di clienti molto più ampio, dato che non saranno solo quelli strettamente collegati a un luogo specifico, ma si attingerà a tutto il mondo del web;

• riduzione dei costi legati al marketing: la pubblicità su Internet riduce molto i tempiu’ e i costi del marketing, grazie ai nuovi strumenti digitalizzati e alle nuovissime strategie di web selling. Basta considerare l’e-mail marketing, uno strumento economico ma che, se applicato ai giusti sistemi di visibilità, permette di trasformare un visitatore del sito in un cliente;

• sicurezza nei pagamenti: per quanto riguarda l’ambito dei pagamenti, gli e-commerce sono molto sicuri per l’azienda, dato che la vendita di un prodotto avviene solo dopo l’incasso, riducendo quindi in maniera significativa le eventuali perdite di investimenti;

• migliorare i servizi e proporre prodotti a prezzi più bassi: grazie ai sistemi di statistiche previsti all’interno del sito, sarà possibile verificare anche una serie di dati che permettono di controllare il numero di accessi, la percentuale di persone che visita il sito ed effettua acquisti, contribuendo al miglioramento dei servizi aziendali e aumentando la fidelizzazione. Inoltre la riduzione dei costi permette di poter introdurre dei prezzi più competitivi sul mercato.

La vendita online: gli svantaggi del sistema e l’eventuale rischio reale

I vantaggi di aprire un e-commerce sono moltissimi, ma prima di investire tempo e denaro in questa nuova realtà, e’ importante valutare con attenzione anche quelli che sono gli aspetti meno vantaggiosi:

• costi di creazione: per creare un sito e-commerce e’ necessario investire del denaro, dato che bisogna affidarsi a dei professionisti del settore, in modo da acquistare un portale che sia competitivo e di qualità sia nella grafica che nei contenuti. Inoltre, la gestione dell’e-commerce non avviene in automatico, ma prevede la necessità di investire anche tempo e conoscenze al fine di poter farlo crescere;

• concorrenza: fino a pochi anni fa il numero di e-commerce presenti sul web era molto limitato, essendo un’attività nuova. Oggi sono migliaia i siti che propongono la vendita on-line, quindi e’ importante dover investire in pubblicità sul web affidandosi a società specializzate nel settore, oltre che a valutare sempre le nuove prospettive commerciali;

• operatività 24 ore su 24: un e-commerce funziona 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e sarà necessario non solo operare al fine di offrire il servizio di vendita e aggiornamento, ma anche fornire eventuale assistenza necessaria;

• la competizione dei grandi e-commerce: infine si deve prendere in considerazione l’esistenza dei grandi e-commerce come Amazon che hanno completamente rivoluzionato il settore e con le innovazioni dei quali ci si dovrà sempre misurare.

Il piccolo e-commerce VS il gigante Amazon: l’esperienza di esconti.it

La competizione con i colossi del web potrebbe sembrare una realtà impossibile e quindi spingere a non aprire piccoli e-commerce. Ma, invece, collocarsi all’interno del mercato on-line e’ qualcosa di realmente vantaggioso, in particolare se si adottano le giuste strategie. Prendiamo l’esempio della scelta strategica di concentrarsi sulla vendita di un target di prodotti ben definito: e’ stato il core business dell’e-commerce esconti.it ed e’ stata la chiave del successo in brevissimo tempo.

Questo e-commerce e’ entrato da meno di un anno nel mondo digitale, andandosi a posizionare nel settore del bricolage, dell’arredamento, del fai-da-te, dell’illuminazione e del giardinaggio, ottenendo in pochissimo tempo un grande successo commerciale e di brand. La scelta di concentrarsi solo su una nicchia di mercato (sebbene sempre attentata dai grandi colossi del settore) e’ interessante soprattutto quando si tratta di prodotti difficili da reperire e con caratteristiche specifiche: maggiori sono così le probabilità che l’e-commerce abbia un successo esponenziale.

Ma interessante e’ stata anche la strategia di marketing dietro l’e-commerce eSconti: grandi investimenti sono, infatti, stati fatti in questo settore, per permettere una rapida diffusione del brand e una veloce crescita della trust del sito agli occhi degli utenti. Infine, un ampio utilizzo di strategie e strumenti SEO professionali ha permesso che il sito fosse ben posizionato su Google.

Quali sono i vantaggi di una partnership fra e-commerce: pro e contro

Il secondo fattore che può influire in modo significativo sulla crescita di un piccolo e-commerce e’ quello di appoggiarsi a negozi on-line già esistenti e introdurre la vendita dei propri prodotti al loro interno, in una vera e propria partnership.

È molto importante che la scelta del sito rispecchi il target dell’azienda, in modo che l’associazione sia più naturale e semplice. Per esempio, se un’impresa e’ specializzata in prodotti da giardino o in arredamento, può essere vantaggiosa una partnership con l’e-commerce già citato eSconti, per la vendita del prodotto “recinzioni metalliche plastificate per esterno”.

I vantaggi per il piccolo e-commerce sono tantissimi. In primo luogo, la collaborazione digitale permette di attingere a una schiera di visitatori più ampia in un periodo di tempo più breve, portando a maggiore visibilità dei prodotti, grazie a una realtà già affermata da tempo nel settore.

Inoltre si avrà l’opportunità di gestire il magazzino in maniera indipendente come si e’ sempre fatto, ma si potranno sfruttare le competenze di uno staff specializzato e professionisti che hanno conoscenze specifiche delle strategie di web marketing e sui sistemi SEO, riducendo i costi di gestione della pubblicità.

Infine, si deve prendere anche in considerazione la possibilità di avere una serie di consulenze da parte di un team che ha già una competenza nella gestione di un e-commerce, grazie al quale sarà possibile migliorare il servizio di un’attività nuova e giovane, acquisendo una certa rilevanza all’interno del web.

Per informazioni:

E-mail: [email protected]

Tel: 800 120 410

(Immediapress – Adnkronos
Immediapress e’ un servizio di diffusione di comunicati stampa in testo originale redatto direttamente dall’ente che lo emette. Padovanews non e’ responsabile per i contenuti dei comunicati trasmessi.)

Please follow and like us: