Il futuro dell economia Le Criptovalute

Roma, 1 Luglio 2019 – Roma, 1 Luglio 2019 – Su tutti i canali di comunicazione si parla di criptovalute. Chi più chi meno, negli ultimi mesi ha ascoltato questa parola più volte. In questo articolo vedremo cosa sono le criptovalute, come stanno cambiando lo scenario economico e come poter acquistare o investire nelle valute digitali.

Cosa sono le criptovalute

Le criptovalute sono monete digitali basate sulla tecnologia blockchain con cifratura P2P (peer-to-peer). La tecnologia blockchain si basa sullo scambio tra utenti di risorse informatiche. Ogni miner, così chiamati gli utenti che lavorano allo sviluppo della criptovaluta, può creare uno o più blocchi e condividerlo con gli altri. L’insieme dei blocchi digitali forma la criptovaluta.

Essendo un sistema blockchain quello su cui e’ basata la moneta digitale e usando la tecnologia P2P, non vi e’ alcuna necessità di un sistema centrale di controllo. Il sistema e’ aperto e chiunque può controllarne la formazione e i blocchi.

In pratica, le criptovalute non hanno bisogno di essere soggette a una banca dati centrale o a un controllore centralizzato. Il flusso di dati viene diviso in piccoli blocchi, ogni blocco viene trasferito da una rete di server creata dai miners. Questa rete di server dà vita alla criptomoneta senza bisogno di una sistema centralizzato.

Le criptovalute offrono privacy totale e molti utenti ne sono attratti. Il mondo economico tradizionale e’ formato da sistemi di controllo e vigilanza, a volte anche invasivi. Anche se alcuni pensano che le transazioni tramite le monete digitali non siano legali, molti stanno beneficiando dei vantaggi che offrono e addirittura investono capitali consistenti. Infatti, le criptovalute offrono anonimato e sicurezza.

Esistono diverse criptovalute, ognuna con caratteristiche diverse e simili alle altre. La criptomoneta più famosa e’ indubbiamente Bitcoin, da essa sono por derivate altre come valute come Ethereum Classic, Ethereum, Litecoin, ecc.

Come le criptovalute stanno cambiando lo scenario economico

Durante i primi anni di vita, le criptomonete erano sistemi fini a sé stessi, rinchiuse nel sistema digitale, erano limitate allo scambio tra utenti collegati al mondo delle criptovalute. I miners di Litecoin iniziarono una vera e propria rivoluzione creando l’upgrade Segwit che da potere di scalabilità. Altre criptomonete hanno adottato lo stesso upgrade successivamente.

Grazie alla scalabilità le criprovalute possono sostituire le monete a corso legale come Euro e Dollaro. Questo vuol dire che possono essere usate come merce di scambio anche nella vita quotidiana.

Degno di nota e’ la posizione del governo giapponeseche ha già adottato nel 2017 Bitcoin come una delle monete ufficiali. Se tanti altri paesi adottassero la stessa posizione del Giappone, potrebbe esserci una rivoluzione nel mondo dell’importazione ed esportazione globale. Gli esportatori, che al momento avrebbero delle perdite causate dal cambio della valuta, potrebbero cambiare il destino della propria attività grazie alle transazioni digitali.

Anche il settore turistico ovviamente ne trarrebbe grandi vantaggi. Niente più commissioni sui pagamenti con monete a corso legale diverse dalle proprie, aumento del flusso di turisti e così via.

Come investire in criptovalute

Esistono due modi per convertire i propri soldi in monete digitali. Il primo si tratta di aprire un portafoglio virtuale o hardware in cui convertire Euro in una o più criptovalute disponibili. Dopo aver aperto il Wallet (portafoglio), bisognerà iscriversi a un sito Exchange dove, inserendo i dati della propria carta di credito, sarà possibile acquistare criptomonete per poi trasferirle al proprio portafoglio. In questo modo solo si otterrà una conversione. Non sarà possibile speculare facendo trading.

Il secondo metodo di conversione e’ quello di affidarsi a un sito di brokeraggio. Esistono diverse piattaforme online ma la maggioranza basa il trading sui CFD (contratti per differenza). Chi converte i propri soldi in criptovalute tramite queste piattaforme, non diventa proprietario diretto delle monete digitali ma riceve una percentuale come accordata alla stipulazione del contratto con la piattaforma di trading online. Non avendo una diretta relazione con la criptovaluta non sarà necessario, in questo caso, aprire un portafoglio.

Ovviamente, se si e’ interessati a comprare beni e servizi tramite criptovalute e allo stesso tempo investire in esse, si possono svolgere entrambe le operazioni.

Investire in ETC

Quando si parla di criptovalute si pensa spesso a Bitcoin. Come abbiamo visto prima, esistono diverse altre criptovalute. Una di queste e’ Ethereum Classic (ETC). Occupa il 17° posto nella classifica mondiale ma ha un capitale di investimento di oltre 1 miliardo di dollari. Iscrivendoti a una delle più sicure piattaforme e’ possibile iniziare a guadagnare da subito sugli ETC.

Per maggiori informazioni: https://www.ethereum.org/

(Immediapress – Adnkronos
Immediapress e’ un servizio di diffusione di comunicati stampa in testo originale redatto direttamente dall’ente che lo emette. Padovanews non e’ responsabile per i contenuti dei comunicati trasmessi.)