La Gioconda trasloca

Louvre

Dal 17 luglio il capolavoro di Leonardo cambia sala, tornerà nella sua ‘casa’ a metà ottobre

Parigi, 28 giu. – (AdnKronos) – di Paolo MartiniNon un semplice trasloco ma un avvenimento a modo suo, nell’anno in cui si celebrano i 500 anni della morte di Leonardo da Vinci. “La Gioconda”, ritenuta non trasportabile per motivi di sicurezza, si sposterà temporaneamente all’interno del Museo del Louvre di Parigi. Per consentire un miglior svolgimento dei lavori di rinnovamento della Salle des Etats (dove si trova l’iconico ed enigmatico capolavoro della storia dell’arte), la direzione del Louvre ha deciso di trasferire eccezionalmente il dipinto nella Galerie Médicis, al secondo piano dell’Ala Richelieu (la sala 801) dal 17 luglio fino alla fine del cantiere, previsto per metà ottobre. La Galerie Médicis è una delle più vaste e potrà accogliere i numerosi visitatori che tradizionalmente il capolavoro di Leonardo attira. Il precedente trasloco interno al Louvre per ‘La Gioconda’ avvenne dal 2002 al 2005 sempre per lavori di sistemazione della sala.
Il ritratto della Monna Lisa lascerà il primo piano dell’ala Denon del museo per motivi di sicurezza legati ai lavori in corso nella sala ospita abitualmente il quadro. L’operazione di trasloco si svolgerà martedì 16 luglio, giorno di chiusura del museo. Il capolavoro di Leonardo, precisa il quotidiano francese “Le Parisien” sarà visibile, nel suo solito posto fino al 15 luglio, poi nella nuova collocazione temporanea il 17 luglio. Finalmente, e a metà ottobre tornerà nella sua solita ‘casa’, giusto in tempo per la spettacolare mostra che il Louvre dedicherà dal 24 ottobre al 24 febbraio 2020 al genio di Vinci. L’esposizione si terrà nella Sala Napoleone del museo ma la collocazione della ‘Gioconda’ sarà la stessa di sempre.

(Adnkronos)