PADOVA URBS PICTA

Si è tenuta la XXIII Borsa del Turismo delle 100 Città d’Arte e dei Borghi d’Italia organizzata da Assoturismo Confesercenti a Bologna. Quest’anno ha ospitato, in occasione del convegno dedicato a “Grandi ricorrenze della cultura italiana e le strategie di promozione turistica”, anche la candidatura italiana 2020 Padova Urbs Picta.
Ad intervenire durante l’incontro di oggi, il consulente Unesco Dott. Giorgio Andrian su incarico del Comune di Padova.

“Ringrazio l’assessore Colasio che ha subito accettato con slancio la nostra proposta.  Conscio dell’importanza di questa vetrina con eccellenti risultati di pubblico e di operatori “, dichiara Nicola Rossi Presidente Confesercenti del Veneto Centrale.

“Questo evento è un’occasione di riflessione sui temi di grande attualità che riguardano il turismo prendendo spunto dal consueto studio condotte da CST per Confesercenti. Lo studio evidenzia come le città d’arte siano sempre più un punto del turismo italiano. Le località d’interesse storico ed artistico del nostro Paese hanno chiuso in crescita anche il 2018. Un aumento sostenuto sia degli arrivi (44,4 milioni, 600mila in più del 2017) sia delle presenze, che passano da 110 milioni a 113,4 milioni.  In pratica oltre un quarto (il 26,3%) delle presenze complessive in Italia (430 milioni nel 2018), come si legge nei risultati dello studio”. Continua Nicola Rossi.

“Quotidianamente stiamo collaborando per aumentare la sensibilizzazione dei nostri associati sull’importanza di questo riconoscimento come ricaduta economica sulla destinazione turistica, affinché’ si arrivi preparati all’esito di questa candidatura, il quale speriamo fortemente sia positivo. Questo riconoscimento è un importante tassello per l’aumento dell’offerta culturale della città che va ad inserirsi nel quadro delle altre offerte, in termini di shopping, turismo enogastronomico e religioso che attualmente caratterizzano già la nostra città.”

(Confesercenti Veneto Centrale)