Tumori: da start-up test per scoprirli dal sangue, rivoluzione diagnosi precoce

Chicago, 31 mag. (AdnKronos Salute) – Potrebbe essere un punto di svolta per la diagnosi precoce di molti tumori. E’ la sfida di alcune start-up che stanno cercando di sviluppare modelli e test in grado di rilevare la malattia prima ancora che i pazienti mostrino i sintomi. Alcune di queste realtà sono presenti a Chicago per l’Asco (American Society of clinical l’oncology).
Thrive è una di queste star-up, ha raccolto 110 milioni di dollari per finanziare la commercializzazione della sua tecnologia ‘CancerSeek’ – riporta il Financial Times – sviluppata da alcuni dei più grandi nomi nella diagnosi de tumori della Johns Hopkins University tra cui Bert Vogelstein, Kenneth Kinzler e Nickolas Papadopoulos. Il test per biopsia liquida CancerSeek – progettato per rilevare diversi tipi di cancro, tra cui quelli alle ovaie, al fegato e al pancreas con un semplice esame del sangue – è in corso di valutazione in uno studio su 10.000 persone in Pennsylvania e nel New Jersey.
Altra realtà è Grail, una start-up che arriva dalla Silicon Valley e ha come partner vari ‘big’, da Bill Gates a Jeff Bezos. All’Asco rivelerà i dati sull’accuratezza del suo test del sangue per la diagnosi di diversi tipi di tumori, che ha ricevuto la designazione di ‘rivoluzionario’ dalla Fda.

(Adnkronos)

Be the first to comment on "Tumori: da start-up test per scoprirli dal sangue, rivoluzione diagnosi precoce"

Leave a comment

Your email address will not be published.


* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

*


15 + 4 =

Moderazione dei commenti attiva. Il tuo commento non apparirà immediatamente.