Toti ad Adnkronos Live: “Fi sembra attrezzo del passato”

Il presidente della regione Liguria replica a Tajani: “Non credo che il disastro al Centro sia dovuto a me”. Sui 5 Stelle: “Sono strutturalmente ‘unfit'”

Roma, 30 mag. (AdnKronos) – “Non credo che il disastro al Centro sia dovuto a me”. Giovanni Toti ospite di Adnkronos live replica ad Antonio Tajani che l’ha accusato di aver fatto campagna elettorale per altri partiti e non per Forza Italia alle europee. “Non ho fatto campagna elettorale per nessuno, da governatore di una regione non ho incarichi esecutivi nel partito, rappresento una coalizione di 5 partiti”, ha sottolineato il presidente della regione Liguria. “Detto questo, io voglio bene ad Antonio e ho anche una discreta autostima, ma non credo che il disastro al Centro sia dovuto a Toti”, rimarca il governatore azzurro della Liguria.”Forza Italia ha mancato un appuntamento importante con il rinnovamento da cui sono passati tutti i partiti, da Fratelli d’Italia alla Lega allo stesso Pd. Fi è rimasto un po’ una cosa che assomiglia a un attrezzo del passato, ha fallito ad adeguare il suo messaggio politico, è mancato il principio di democrazia interna, è mancata un po’ di selezione meritocratica nella classe dirigente”, afferma Toti. “L’Economist scrisse una volta, sbagliando, che Berlusconi era ‘unfit’ per il governo. Credo che i M5S siano strutturalmente ‘unfit’ finché non cambieranno il loro Dna e diventeranno un partito che comincia a ragionare nel novero delle cose possibili”, sottolinea il presidente della Regione Liguria. Quanto a Beppe Grillo, “credo di averlo intravisto una volta nella mia vita, mi ha fatto molto ridere da comico, lo ricordo fin dai tempi dell’ostracismo Rai di Sanremo con i socialisti. In Liguria devo dire, con grande orgoglio, che da quando ci sono io non hanno vinto niente, neanche un quartiere. Evidentemente Grillo è uomo molto simpatico e molto intelligente ma chi conosce bene il M5S lo evita, non lo vota”.
Toti ha parlato anche delle : sono “un ulteriore segnale della diversità tra Lega e M5S. Sono preoccupato per la gestione del ministero delle Infrastrutture, che perde un baluardo di normalità e moderazione rappresentato dall’amico Rixi rispetto a qualche eccentricità del ministro Toninelli”.

(Adnkronos)