La luna e i media se ne parla all’Accademia di Belle Arti di Frosinone

Roma, 27 mag. (AdnKronos) – Come è stata vista la luna dai mass media? E come è stato trasposto l’immaginario scientifico e fantascientifico nelle diverse arti? A questo tema è dedicato l’incontro del ciclo ‘Allunare infinito’, dal titolo ‘Odissee nello Spazio. La luna nel cinema e nei media’, in programma mercoledì 29 maggio alle 16 nell’Aula Magna dell’Accademia di Belle Arti di Frosinone. L’incontro, al quale parteciperanno la giornalista Enrica Battifoglia, il critico cinematografico e saggista, Alberto Castellano e il videomaker, artista e regista teatrale, Fabio M. Iaquone, è curato da Bruno Di Marino e Mauro Palatucci.
I mass media hanno trasposto tutto l’immaginario che ruota intorno al nostro satellite, e non solo: dalla radio (pensiamo al famoso radiodramma di Orson Welles tratto da ‘La guerra dei mondi’) al cinema (dal ‘Voyage’ di Méliès a ‘2001’ di Kubrick e oltre), dalla fotografia alla videoarte (‘Tv is a Oldest Moon’ di Nam June Paik), dalla televisione (i telefilm ‘Ufo’ o ‘Space 1999’) al videogame, dal fumetto al videoclip musicale. La stessa diretta televisiva dell’allunaggio, nel luglio 1969, costituisce ancora oggi nella nostra memoria collettiva, una delle pagine indelebili nella storia dei media. Durante l’incontro si parlerà di come i mezzi di comunicazione, tradizionali e moderni, trattano o mettono in scena la conquista dello spazio.
Tra l’altro, dopo anni di crisi dei generi cinematografici classici, da qualche tempo il cinema di fantascienza (e in particolare quello statunitense) è ritornato in auge. Ne sono una dimostrazione film quali ‘Interstellar’ di Nolan o ‘The Arrival’ di Villeneuve. Ma, sempre di recente, sono numerosi anche i film che mettono in scena la figura dell’astronauta, reale o immaginaria che sia; due titoli su tutti: ‘The Martian’ di Scott e ‘The First Man’ di Chazelle, biopic su Neil Armstrong. Oltre alla proiezione di spezzoni tratti da diversi film e video (narrativi e di non-fiction), verrà presentato in anteprima il video di Fabio M. Iaquone con Margherita Hack. Si tratta di immagini inedite – realizzate per lo spettacolo Variazioni sul cielo da lui messo in scena nel 2005 con la celebre astronoma scomparsa nel 2013 – che sono state montate appositamente per l’occasione, elaborandole secondo lo stile sperimentale dell’artista.

(Adnkronos)