Veronafiere: assemblea conferma maurizio danese alla guida della spa

Verona, 8 mag. (AdnKronos) – L’assemblea dei soci di Veronafiere Spa ha confermato all’unanimita Maurizio Danese alla presidenza per il prossimo triennio ed ha nominato i membri del nuovo consiglio di amministrazione: Barbara Blasevich, Matteo Gelmetti, Giovanni Maccagnani e Daniele Salvagno.

L’assemblea ha approvato anche il bilancio 2018 del Gruppo Veronafiere e della capogruppo Veronafiere Spa, con ricavi superiori alle previsioni. I soci hanno preso visione del nuovo piano industriale 2019-2022 per 105 milioni di investimenti, approvato dal consiglio di amministrazione, e che prevede a fine periodo un target di fatturato a 133 milioni e il raddoppio dell’Ebitda gia a partire dal 2020, grazie ad alcune operazioni di mercato gia finalizzate come nel segmento degli allestimenti.

Nel bilancio 2018 consolidato del Gruppo Veronafiere – che include, oltre a Veronafiere Spa, anche le societa Piemmeti Spa, Veronafiere Servizi Spa, Milanez amp;Milaneze, Metef Srl, Medinit Srl e Verona Parma Exhibitions Srl (VPE) – i ricavi hanno raggiunto i 92,8 milioni di euro e un Ebitda pari a 13,9 milioni di euro (15% sul fatturato). Il risultato netto e positivo per 2,8 milioni di euro, rispetto ai 200mila euro dell’anno precedente. La capogruppo Veronafiere Spa ha registrato ricavi per 82,4 milioni di euro, in aumento del 3,2% sull’anno precedente. L’Ebitda si attesta a 12 milioni di euro, con un’incidenza del 14,6% sui ricavi, e un risultato netto positivo per 1,9 milioni di euro, in crescita del 9,6% sul 2017.

(Adnkronos)